Home News Pitbull corre verso uno sceriffo di polizia: il motivo è incredibile

Pitbull corre verso uno sceriffo di polizia: il motivo è incredibile

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:48
CONDIVIDI

Le foto di un pitbull che corre verso uno sceriffo di polizia hanno fatto il giro del web perché il motivo del suo gesto è incredibile.

Pitbull corre verso polizia
Pitbull corre verso uno sceriffo di polizia: il motivo è incredibile (Foto Facebook)

Qualche mattina fa, i poliziotti hanno risposto a una chiamata nel distretto sud della Contea di Lee, negli Stati Uniti. Un grande Pit Bull correva in giro e i vicini erano preoccupati. All’arrivo, il vice scoprì che questo cane non era un randagio e non era stato abbandonato ma si era semplicemente allontanato un po’ da casa.

Cane pitbull corre verso uno sceriffo di polizia: il motivo è incredibile

Pitbull giocare polizia
Pitbull buono vuole giocare con la polizia (Foto Facebook)

Il motivo del suo allontanamento da casa è davvero curioso. Il cane era appena uscito in cerca di amici con cui giocare. Dopo un tempo di gioco sufficiente e di divertimento, i poliziotti sono stati in grado di riunire il cane con i suoi proprietari. Un cancello era stato lasciato accidentalmente aperto e questo bellissimo cane è stato riportato nella sua amorevole casa.

WLS-TV riferisce che il cane è stato riportato a casa dai proprietari senza incidenti. Secondo la polizia, è stato restituito ai suoi proprietari dopo aver giocato… con gli ufficiali.

L’ufficio dello sceriffo della Contea di Lee ha pubblicato queste foto del cane, che è stato avvistato in giro per un quartiere nell’area di Myers.

Il popolo di Facebook ha accolto con gioia la notizia con commenti come “Ottimo lavoro!!! È bello vedere che voi ragazzi non giudicate un cane dalla sua razza” e “Ed è così che i poliziotti dovrebbero trattare con i cani “.

Questa storia conferma che non esistono razze buone o cattive, pur essendo anatomicamente il pitbull un cane dal morso potente, ma tutto dipende da come vengono educate.

Potrebbe interessarti anche:

T. F.