Home News Pitbull vaga tra i binari: traffico ferroviario in tilt

Pitbull vaga tra i binari: traffico ferroviario in tilt

CONDIVIDI
Il pitbull salvato sui binari

Un pitbull che girovagava sui binari della stazione di Coliseum, a Oakland, ha costretto al blocco del traffico ferroviario per soccorrerlo. Il cane vagava senza meta lungo i binari, facendo delle piccole soste, per poi riprendere in quella pericolosissima passeggiata. A lanciare l’allarme per quanto stava accadendo sono stati i pendolari della stazione di Coliseum. Ma non tutti hanno gradito il blocco del traffico: qualcuno si è indispettito per essere stato costretto a far tardi.

In ogni caso, lo staff della stazione non ha avuto alcun dubbio su come comportarsi, staccando la corrente e fermando tutti i treni. Il pitbull continuava però a passare tra i binari, senza fermarsi, probabilmente molto spaventato. Infine, esausto, è stato bloccato e portato all’Oakland Animal Service. Non era dotato di microchip, per cui sarà difficile scoprire chi lo ha perso. I volontari spiegano: “Il pitbull è in buona salute. Adesso cercheremo per lui una nuova famiglia, a meno che eventuali proprietari lo riconoscano e vogliano riportarlo a casa”.

Salvato in autostrada

Qualche giorno fa, il Dipartimento di Sicurezza Pubblica dell’Arizona ha chiuso temporaneamente un’autostrada a Phoenix per salvare un cane, finito in mezzo alla strada in orario di punta. Nel corso della mattinata, infatti, era giunta la segnalazione della presenza di un piccolo cane bianco sull’Interstatale 17, appena a nord di Glendale Avenue. Il cane era appoggiato sulla parete di cemento, a pochi metri di distanza dal bordo della carreggiata. Quando sono arrivati gli agenti di pubblica sicurezza, il cane è però fuggito, invadendo le corsie.

Kameron Lee, uno degli agenti intervenuti, ha spiegato che “vogliamo prendere il cane, ma se non fermiamo il traffico, la gente lo potrebbe investire e questo provocherà anche collisioni”. La telecamera a circuito chiuso presente in quel tratto autostradale ha mostrato un soldato e un altro agente di pubblica sicurezza mentre agiscono allo scopo di bloccare il cane e quindi metterlo in salvo. “Abbiamo cercato di fermare quel cane per circa 45 minuti”, ha spiegato Kameron Lee, che ha sottolineato come siano anche dovuti intervenire dei rinforzi. Alla fine, gli agenti sono riusciti a portare il cagnolino verso un tratto più sicuro, lontano dal manto stradale.

Il dramma di Dalida

Quest’estate, invece, un dramma si è consumato sui binari in Puglia. Dalila Iafelice è stata travolta e uccisa dal treno regionale diretto a Termoli nel tratto Chieuti-Ripalta. Stava provando a salvare il suo cagnolino, che era scappato e si stava avvicinando ai binari.

Il decesso della ragazza ha lasciato tutti senza parole: Dalila Iafelice è ricordata come “una grande persona, un animo gentile e altruista”. La sua passione non è passata inosservata e in molti a San Severo hanno chiesto in questi giorni che in memoria della giovane si portassero avanti delle iniziative. Nei giorni scorsi è giunta la disponibilità da parte del primo cittadino ad aprire un rifugio per cani che porterà il nome della giovane.

 

GM