Home News Angeli dei 4 Zampe Pixie, un cucciolo di setter, si caccia nei guai – FOTO

Pixie, un cucciolo di setter, si caccia nei guai – FOTO

CONDIVIDI
Pixie
Pixie nei guai

Un cucciolo si è messo in pericolo, creando scompiglio, quando in qualche modo riuscì a rimanere bloccato tra due muri di mattoni. L’episodio nel nordovest di Melbourne. Pixie, un setter inglese di 12 settimane, giocava nel cortile di casa sua a Flemington quando è rimasto bloccato verso mezzogiorno. Davydd Griffiths non è stato in grado di convincere il piccolo a uscire e ha dovuto chiamare uno specialista nel soccorso di animali per dargli una mano. Il cucciolo, molto giocherellone, l’aveva in sostanza fatta davvero grossa.

Durante il salvataggio, lo zio di Pixie, Lionel, doveva essere tenuto in casa e lontano dalla scena, poiché voleva essere coinvolto nell’operazione per liberare il cucciolo. Un martello è stato usato per creare un buco nel muro di un garage e Pixie è stato finalmente liberato verso le 16.30 di sera. Davydd Griffiths ha raccontato: “Mio figlio di sei anni, Blake, che è stato colui che ha chiamato Pixie, è stato molto felice quando è tornato a casa”.

La ricostruzione dell’accaduto

Pixie è una cagnetta, ha precisato il suo proprietario, che ha raccontato: “È una cucciola molto maliziosa. Era rimasta fuori a giocare e a cercare delle piccole avventure, quando è rimasta bloccata”. Quindi ha provato a ricostruire quanto le è accaduto: “Non so come ci sia riuscita, ma lei è saltata in questo spazio e si è incuneata tra due muri di mattoni pieni. Sono passate alcune ore in cui era bloccata lì. Non siamo riusciti a convincerla. Era incuneata molto strettamente”.

“Alla fine il martello e il trapano hanno funzionato e l’abbiamo tirata fuori”, ha proseguito nel suo racconto Davydd Griffiths. L’uomo ha concluso: “Sono solo contento che abbiamo avuto un lieto fine e il resto della mia famiglia è molto sollevato”. I setter inglesi erano tradizionalmente cani da caccia. Sono chiamati così per il modo in cui si abbassano quando trovano una preda. Formano, in sostanza, una sorta di rete e attirano l’attenzione del loro cacciatore, loro proprietario. La loro natura accomodante li ha portati a diventare un cane domestico molto popolare. Pixie non è da meno, infatti chi l’ha adottata è molto fiero di lei.

GUARDA FOTO

GM