Home News Polemiche su un cane ucciso a Barcellona: le proteste animaliste – VIDEO

Polemiche su un cane ucciso a Barcellona: le proteste animaliste – VIDEO

CONDIVIDI
polemiche cane ucciso
(screenshot video)

Sono vivaci le polemiche su un cane ucciso a Barcellona: le proteste animaliste che pubblicano un video su come bloccare un animale.

Lo scorso dicembre una guardia urbana di Barcellona ha ucciso un cane di un senzatetto dopo che questi aveva morso il braccio dell’agente. L’azione controversa ha portato migliaia di persone in strada in segno di rifiuto, contestando il fatto che c’erano diversi modi per evitare un’altra aggressione dell’animale. Secondo chi protestava vi erano diversi modi anche per calmarlo. Quando ha sparato, il suo proprietario ha attaccato l’agente, arrestato per aggressione all’autorità.

Per saperne di più –> Polizia uccide cane di un senza tetto solo perché abbaiava

Come fare a bloccare un cane aggressivo senza fare danni

Un mese dopo, l’account Twitter di AnimaNaturalis ha voluto condividere un video che mostra come si può trattare un cane in una situazione di emergenza e con molta tensione reciproca da parte dell’animale e degli agenti. Anche se gli eventi si sono verificati lo scorso settembre durante un’emergenza a Brabantse Bladen (Olanda), l’account del gruppo animalista voleva mettere le immagini in contrasto con quanto accaduto a Barcellona. Si legge nella descrizione del video: “I servizi di emergenza a Brabantse Bladen (Paesi Bassi) salvano una donna che giace incosciente a terra. Il suo cane non voleva lasciarla, ma la polizia ha potuto controllarlo senza provocare danni. La donna è stata portata all’ospedale e il cane alla casa del marito”.

Cosa è accaduto? Nel video si può vedere come una donna giace sull’asfalto con una ferita sulla testa mentre il suo cane osserva che nessuno si avvicini. Ben quattro poliziotti hanno dovuto tentare di avvicinarsi alla vittima che giaceva in strada in modo che i servizi di emergenza potessero occuparsene. Con molta attenzione, avvicinandosi a poco a poco ed evitando anche qualche tentativo dell’animale di morderlo, uno degli agenti raggiunge il suo obiettivo finché non riesce a tenerlo bloccato con una corda. Il cane, dapprima aggressivo, lentamente si calma.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI