Home News Poliziotti eroi: quelli che non sparano ai cani

Poliziotti eroi: quelli che non sparano ai cani

CONDIVIDI

agenti

Se alcuni agenti di polizia, soprattutto negli Stati Uniti, sono accusati di avere il grilletto facile, nel caso di cani considerati aggressivi, ci sono alcune vicende che fanno sperare in un approccio diverso e nuovo da parte della polizia quando in un intervento vi è la presenza di un cane. Dopo il caso di un poliziotto di nome David Gomez diventato un eroe per non aver sparato a due cani che minacciavano i residenti di un quartiere, ecco che sempre negli USA, nello specifico a El Reno, in Oklahoma, un poliziotto di nome Storm Barrett, noto per aver lavorato come addestratore di cani, è riuscito a contenere l’aggressione di un branco di cani, nei pressi di una scuola elementare. Anziché estrarre la pistola, Barrett è salito sul cofano della sua auto, riuscendo a distrarre i cani e ad intrattenerli con una bastone, mentre sul posto stavano accorrendo gli operatori del canile.

Barrett era certo che quei cani non avrebbero aggredito nessuno, ma essendo nei pressi di una scuola, non poteva correre il rischio che facessero del male a dei bambini.

I due esemplari di pit bull erano riusciti a scappare dal giardino di un’abitazione e sono stati riconsegnati al proprietario.

“Mi ha fatto piacere vedere come un agente della polizia si sia ingegnato per non uccidere i due cani, in attesa degli operatori”, ha commentato un’attivista animalista, promotrice di corsi di formazione sulla gestione dei cani per gli agenti della polizia