Home News Polpetta avvelenata, il cane viene salvato da una donna

Polpetta avvelenata, il cane viene salvato da una donna

CONDIVIDI

cane27

Un meticcio viene salvato grazie al pronto intervento di una donna. In ‘Villa dei Ragazzi’, presso il quartiere San Giuseppe (a Campobello di Licata), un cane vagabondo ha rischiato di morire per avvelenamento. L’animale era solito girovagare per la villa in cerca di cibo, che generosamente gli veniva concesso dai passanti e dai frequentanti del luogo. Si tratta di un cagnolone innocuo e conosciuto da molti nella zona, e per questo nutrito con affetto sincero da chi lo vedeva. Tuttavia è accaduto che degli incivili, quanto irresponsabili, ragazzacci hanno offerto al povero animale una polpetta di carne avvelenata: conteneva, infatti, veleno per topi. Una signora della zona ha assistito al becero atto compiuto dai ragazzi e ha provveduto immediatamente a distruggere la polpetta evitando una cattiva sorte al cane. E’ scattato così l’allarme e ora si è alla ricerca di coloro che hanno compiuto questo deplorevole gesto. Il cane è ora accudito  dalla stessa signora che gli ha salvato la vita. Una sciagura evitata per questo tenero animale.