Home News Porta di nascosto il cane in ospedale per la moglie morente

Porta di nascosto il cane in ospedale per la moglie morente

CONDIVIDI

Pastore_alsaziano

Storie commoventi che spezzano il cuore e che ci riportano alla bellezza dei sentimenti e all’amara realtà. Su Reddit un utente di nome Mellifluous_Username ha raccontato la triste separazione dalla moglie, deceduta lo scorso anno, dopo una grave malattia per la quale fu ricoverata in ospedale e sottoposta ad un intervento chirurgico piuttosto invasivo.

L’uomo si è accorto che la moglie si stava lentamente spengendo e che non ce l’avrebbe fatta. E così ha deciso di portare di nascosto in ospedale, il loro cane, un pastore australiano di nome Bella, a dare l’ultimo saluto alla padrona. L’uomo ha nascosto il cane di 22 kg in una valigia, piuttosto ingombrante e si è recato nella struttura dove era ricoverata l’amata compagna: “L’ho adagiata all’interno, con la zip aperta, e l’ho trasportata in auto fino all’arrivo in ospedale. Quando siamo arrivati, le ho spiegato che avrei aperto la zip dopo pochi minuti, affinché potesse salutare la sua mamma. Incredibilmente, non ha mai abbaiato o guaito. Quando sono passato davanti alla stanza delle infermiere, ho raccontato loro di aver portato qualche oggetto per rendere la permanenza in ospedale più confortevole”, ha scritto l’utente su Reddit, spiegando che “quando siamo entrati nella stanza, mia moglie stava dormendo. Ho aperto la valigia e Bella è subito saltata sul letto. L’ho appoggiata al suo petto senza che facesse danni ai tubi e attrezzature”.

Un momento veramente straziante durante il quale per una ventina di minuti il cane è rimasto in silenzio, fermo sul letto a guardare la sua padrona. La donna si è poi svegliata, lamentando dei dolori provocati dalla malattia e Bella, racconta l’uomo, “ha iniziato a leccarla, mugugnando dolcemente, come se sapesse che abbaiando avrebbe svelato la nostra copertura. Mia moglie l’ha abbracciata per quasi un’ora, sorridendo per tutto il tempo. Siamo poi stati scoperti da un’infermiera che è si è commossa così tanto da promettere di non raccontare niente a nessuno. Quando mia moglie si è addormentata, ho rimesso Bella nella valigia e sono tornato a casa”.

Dopo pochi giorni, la donna è deceduta e adesso, a distanza di un anno, il marito ha trovato la forza di regalare al mondo questa esperienza profonda di intimi legami che uniscono le persone e i nostri amati 4zampe che condivido i nostri dolori e le nostre gioie. Tanto che, conclude l’utente, il cane quando vede la valigia pensa di andare a trovare la sua padrona: “Mi spezza il cuore, perché non riesco a comunicarle in modo efficace che la sua mamma se n’è andata”.