Home News Premonizione di pericolo: le facoltà extrasensoriali degli animali

Premonizione di pericolo: le facoltà extrasensoriali degli animali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:23
CONDIVIDI

BADMINTON, GLOUCESTERSHIRE - NOVEMBER 02:  Hounds from the Duke of Beaufort's Hunt howl as they gather around a huntsman at the opening meet of the season at Worcester Lodge on November 2, 2013 near Badminton in Gloucestershire, England. Traditionally the hunting season starts at the beginning of November and although a ban on fox hunting with dogs has been in force since February 2005, many supporters of fox hunting are continuing to call for a repeal of the ban, saying the current law is hard to interpret and enforce.  (Photo by Matt Cardy/Getty Images)

L’ULULATO DEL CANE

Uno studioso italiano, Ernesto Bozzano, ha indagato numerosi misteri che riguardano le facoltà extrasensoriali degli animali e ha individuato alcune vicende ricorrenti sugli “ululati della morte“. Tra i vari episodi vi è la storia del pittore Marcel Mangin che aveva un cane che sembrava prevedere la morte delle persone: ogni volta che un famigliare stava per morire, il cane si metteva ad ululare. Un giorno del 1915, il cane si mise ad ululare e  Mangin si chiese chi sarebbe morto. Quella notte, durante il sonno, fu proprio il pittore a morire a causa di un’embolia.

Per molti casi, Bozzano ha spiegato che il pensiero del cane è così ansioso in assenza del suo padrone, tanto che l’animale ha sviluppato fenomeni telepatici. Un fenomeno che sarebbe determinato dal grande affetto tra l’animale e il suo padrone.

clicca successiva