Home News Il profilo dell’animalista social

Il profilo dell’animalista social

LE ESPRESSIONI PIÙ DIFFUSE DEGLI ANIMALISTI ARRABBIATI

cane parua 4

E’ molto comune girovagando sui social, imbattersi in una discussione di animalisti. Ecco allora che potremmo incontrare un popolo agguerrito che di certo non si risparmia nelle parole e anche la casalinga più innocua può diventare un agente pericolosissimo! Ecco una lista di alcune delle espressioni più diffuse che chiunque abbia sposato la causa non potrà fare a meno di scrivere almeno una volta nella vita:

 

 

 

 

PERCHE’ TANTA CRUDELTA’? (Spesso utilizzato in casi di maltrattamento animali)
VERGOGNA (Riferito nella maggior parte dei casi a violenza, uccisione degli animali)
CHE SCHIFO (Quando un fatto è veramente rivoltante, come la tortura di un animale. Espressione per lo più rivolta all’umano)
MA DOVE ANDRA’ A FINIRE QUESTO MONDO (Rivolto a situazioni in cui l’uomo è più bestia di qualsiasi altro essere del pianeta)
GLIELO INSEGNEREI VOLENTIERI IO AI GENITORI CHE COS’E’ IL RISPETTO PER GLI ANIMALI (Casi in cui i minori sono responsabili di azioni crudeli nei confronti degli animali)
BRUTTO BASTARDO (Caso in cui un uomo ha fatto del male ad un animale)
MALEDETTI (In generale, espressione usata in casi in cui una società colpisce animali in pericolo, come i bracconieri o le attività umane che danneggiano l’habitat di alcune specie)
TI RISERVEREI LA STESSA SORTE (Un’espressione che si commenta da sé, con la quale la maggior parte degli animalisti augura lo stesso male inflitto ad un animale al responsabile dell’azione)
PERCHE’ IL CACCIATORE NON SI E’ SPARATO NELLE…(Commento sopratutto impiegato durante la stagione venatoria)
TORNEREI ALLA PENA DI MORTE PER QUESTO (Azioni di crudeltà e uccisione di animali)
BRUCIA ALL’INFERNO (Il peggior augurio di un animalista arrabbiato)

C.D.