Home News Protegge il padrone durante una lite e si prende due proiettili: ora...

Protegge il padrone durante una lite e si prende due proiettili: ora rischia l’eutanasia

CONDIVIDI

Una discussione animata per un posteggio che si è svolta nella città di Oakland, in California.  La lite è culminata in un dramma che poteva anche trasformarsi in una tragedia.

Infatti, secondo le indiscrezioni, un uomo di 54 anni di nome Jimmy Martinez che vive in una roulotte con la sua cagnolina di nome Chata è stato aggredito da un autista che gli ha chiesto di spostarla. Martinez si era reso disponibile a spostare il suo mezzo, ma prima doveva ricaricare le batterie dell’automobile. Per questo ha chiesto all’automobilista se aveva la pazienza di attendere.

L’automobilista si è dimostrato piuttosto irritato, discutendo animatamente con Martinez. L’uomo si è poi diretto verso la sua automobile dalla quale ha tratto una arma da fuoco che ha puntato contro Martinez, sparandogli un colpo ad una mano. A quel punto è intervenuta Chata che per proteggere il suo padrone si è lanciata contro il malintenzionato che non ha esitato a sparare due colpi al cane.

La tenera esemplare, un incrocio tra un Labrador-Retriever e Pitbull è stata subito trasferita in una clinica veterinaria per essere trattata. Infatti, i proiettili sarebbero entrati dalla bocca e sono fuoriusciti, perforando la mascella e il collo del cane.

Senza l’aiuto di Chata, Martinez sarebbe morto. Tuttavia, per poter salvare a suo turno la dolce Chata, il proprietario ha avviato una raccolta fondi su Gofundme tramite un’associazione PALA, con la quale provvedere alle spese veterinarie. Alcuni frammenti sono rimasti incastrati nella mascella e nel tessuto del collo. Il cane dovrà essere operato quanto prima per poi affrontare la ricostruzione di una parte della mascella. Anche se i veterinari erano favorevoli a sopprimere il cane, i membri dell’associazione hanno invece dichiarato che “non possiamo permettere che questo accada ad un cane eroe. Dobbiamo aiutare Chata a riprendersi”.

Mentre i volontari stanno cercando di fare di tutto per salvare la meticcia, attraverso la raccolta fondi che ha già ricevuto oltre 6 mila dollari di donazioni, nell’arco di pochi giorni, la polizia ha avviato un’indagine per risalire all’autore dell’aggressione, scappato dopo aver colpito Martinez e Chata.

 

C.D.