Home News Protezione Civile invita i cittadini a non abbandonare gli animali

Protezione Civile invita i cittadini a non abbandonare gli animali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:11
CONDIVIDI

L’appello della Protezione che invita a non abbandonare gli animali rassicurando che non sono trasmettitori del virus

Nel corso di una conferenza stampa di aggiornamento sulla situazione di emergenza del paese, il commissario della Portezione Civile Angelo Borrelli ha dato lettura del bollettino quotidiano sulla situazione del Coronavirus in Italia. Dati preoccupanti dai quali è emerso che l’Italia ha superato il numero delle vittime in Cina.

Borelli ha poi voluto concludere lanciando un monito sul fenomeno degli abbandoni degli animali domestici per paura contagio coronavirus.

“Da più parti ci giunge notizia di abbandono di animali domestici, in particolar modo cani. E’ una cosa assolutamente deprecabile, sappiamo che il coronavirus è presente nei cani ma non è una ragione di abbandono. In nessun modo è stata dimostrata la possibilità di contagio animali-uomo”, dichiara il capo della protezione civile.

Al contempo, come ha giustamente fatto notare la sezione Enpa Torino, sono aumentate le richieste di adozioni per combattere la solitudine di questi giorni e forse anche per trovare una motivazione valida per uscire di casa.

–>Restoacasa: boom richieste adozione per combattere solitudine

Nuove restrizione passeggiate cani

Passeggiata mattutina
(Foto Unsplash)

Di fronte al mancato rispetto delle norme, le Regioni Lombardia ed Emilia Romagna non solo hanno deciso di inviare l’esercito nelle strade ma hanno anche inasprito alcune misure. La Lombardia ha infatti comunicato di voler limitare ulteriormente gli spostamenti della popolazione avendo verificato che  dai tracciati delle celle telefoniche più di 4 lombardi su 10 non stanno a casa.

I numeri dei contagi continuano a salire e tra gli annunci sulle proroghe del Decreto del 9 marzo per le scuole e le attività, i governatori hanno deciso di limitare ulteriormente i rischi. In questo ambito, hanno introdotto nuove restrizioni per le passeggiate dei cani. Le associazioni animaliste avevano infatti ricordato che la passeggiata per il cane era uno stato di necessita per cui è consentito uscire di casa al fine di garantire il benessere etologico dell’animale. Alla luce delle continue violazioni, le autorità della zona rossa a Nord della penisola, hanno però voluto limitare le uscite, specificando che devono avvenire nel quartiere, in prossimità dell’abitazione. In tal senso, molti comuni hanno introdotto la chiusura di parchi e dog area.

Messaggio della Protezione civile contro gli abbandoni:

C.D.