Home News Quali sono le nuove regole per partire verso il Regno Unito?

Quali sono le nuove regole per partire verso il Regno Unito?

CONDIVIDI

Dall’articolo precedente in cui parlavamo delle problematiche sul portare il cane in aereo e quali fossero le compagnie che accettavano i cani, dobbiamo però rimarcare il fatto che il Regno Unito ha delle regole ferree e precise sul portare i cani nel proprio paese.

LONDRA: Esiste una Documentazione sanitaria e anagrafica completa con tutte le regole da seguire per poterci spostare nel regno unito con gli animali. Comprese ci sono anche le razze pericolose che non possono entrare. Ad occuparsene è l’Ente nazionale britannico per il turismo, VisitBritain, che sul suo sito ha messo a punto un vademecum con ogni informazione.

Le razze con divieto d’accesso che sono Pitbull Terrier, Tosa, Dogo Argentino e Fila Brasileiro e anche razze simili. E’ dal 2000 che la Gran Bretagna ha abolito le rigidissime imposizioni di quarantena che invalidavano l’ingresso del cane nel paese, vista la permanenza per 40 giorni nel canile sanitario( condizione mo,to stressante per il cane). Ed è a quel punto che il Regno Unito ha riformulato normative di accesso specifiche, meno rigide ancora nel 2012.

L’unica compagnia inglese che accetta cani per il Regno Unito è la BRITISH AIRWAY : è consigliabile informarsi con anticipo, contattando il Defra (Department for Environment Food and Rural Affairs). Prima del viaggio è richiesta infatti una copia di tutta la documentazione necessaria da inviare via fax. Le tariffe sono di 125€ sia per il trasporto in cabina, che per quello in stiva

Visitando il sito dell’Ente turistico inglese scopriamo dunque che oltre a microchip, tatuaggio e passaporto d’ordinanza sono necessarie le vaccinazioni contro rabbia e tenia, parassiti intestinali, e che il discorso cambia quando gli animali superano il numero di quattro. Le vaccinazioni richiedono tempo per cui dovremo premunirci diversi mesi prima di partire.

ECCO GLI ACCORGIMENTI SANITARI:

  • Microchip o tatuaggio: Il suo inserimento deve essere fatto prima della vaccinazione antirabbica e il numero identificativo va registrato nel passaporto e nel libretto di vaccinazione. 
  • Vaccinazione antirabbica: ricordati di sottoporlo al vaccino almeno 21 giorni prima della partenza.
  • Sverminare il cane e spulciarlo da eventuali parassiti
  • Passaporto: per ottenere il passaporto bisogna rivolgersi all’ASL locale. Il passaporto è il documento ufficiale per poter viaggiare all’estero e certifica tutte le informazioni del cane.
  • Trattamento contro la Tenia: trattamento obbligatorio per tutti i cani. Mentre per i gatti non è obbligatorio.

Di volta in volta è sempre meglio verificare le norme in vigore sul trasporto animali in modo da non sognare viaggi in cui poi non possiamo portare il nostro cane come desiderato.