Home News Angeli dei 4 Zampe Quando i più piccoli diventano un esempio: a nove anni vendo il...

Quando i più piccoli diventano un esempio: a nove anni vendo il suo skateboard per curare un cane

CONDIVIDI
@Facebook/MLau Jorge
@Facebook/MLau Jorge

A differenza delle storie in cui i bambini sono carnefici, come il caso recente del cagnolino Pascal, vittima di una baby gang in Turchia, un bambino di soli 9 anni concorre a smentire i luoghi comuni.  La storia di questo ragazzino di nome Mauco è diventata virale sui social sudamericano dopo la pubblicazione di una semplice fotografia con la scritta: “Ciao sono Mauco figlio d Laura. Mi ha prestato il suo profilo facebook perché io non ho un account. Guardate questo cagnolino l’ho trovato in mezzo alla strada, è malato e ha una zampa rotta. Gli sto dando da mangiare e l’ho lavato. Ma ha bisogno di cure. Vendo il mio skateboard per portarlo dal veterinario. Se qualcuno è interessato per la skateboard lasciate il vostro numero qui cosi mia madre mi aiuta a richiamarvi. Grazie. Mauco”, recitava il post condiviso lo scorso 21 novembre.

Nel giro di pochissime ore, la fotografia di Mauco con il suo skateboard al fianco del cagnolino bianco è stata condivisa da migliaia di persone e ha ricevuto centinaia di commenti.

Per Mauco, residente a Guaymallén, vicino Mendoza, in Argentina, qualcosa stava per cambiare dopo che aveva incontrato quel tenero cucciolo bianco ferito per strada e che ha riportato a casa, per dargli da mangiare. Purtroppo, la madre che si è da poco separata, non aveva abbastanza soldi per far curare il cane. Ma Mauco ha deciso di sacrificare il suo gioco preferito per salvare una piccola anima.

“La mia situazione economica non è più quella di una volta. Sono una mamma separata e da quando io e mio marito ci siamo lasciati tutto è cambiato. Gli ho spiegato a Mauco che non avevo i soli per pagare il veterinario. Ci rimase molto male. Non mi parlo per un giorno intero. Ma il giorno dopo tornò dalla scuola con le idee ben chiare”, racconta la madre. Infatti, Mauco chiese alla madre di utilizzare il suo profilo facebook per diramare l’appello e così in pochissime ore, questo tenero bambino ha commosso centinaia di persone che gli hanno inviato un piccolo contributo per aiutarlo.

Non solo Mauco è riuscito a curare il cane ma lo ha fatto senza vendere il suo skateboard. Inoltre, Mauco ha trovato un nuovo amico prezioso: Rocko, entrato a far parte a pieno titolo di questa piccola famiglia che nonostante le difficoltà non ha rinunciato ad aiutare un essere indifeso.

Mauco è stato invitato a diversi programmi televisivi per raccontare la sua storia. Dagli aggiornamenti condivisi in rete, possiamo vedere la gioia di questo bambino che porta a spasso il suo nuovo compagno peloso.

Un bellissimo esempio di quanti sia importante la presenza di un animale nella vita di un bambino, contribuendo a responsabilizzarli e a sviluppare quel canale dell’empatia, fondamentale nella crescita di un individuo.