Home News Regalare un animale a Natale, Nancy Brilli: “Un cane non è un...

Regalare un animale a Natale, Nancy Brilli: “Un cane non è un portachiavi”

CONDIVIDI
vip animalisti
Nancy Brilli

Nancy Brilli nella sua rubrica su Leggo ricorda che un cane non è un oggetto

La nota attrice romana continua ad incantare per la sua bellezza ma anche per il suo talento. Amante degli animali, la Brilli vive con due gatti, Sabotino e Amelie e un labrador di nome Margot che la seguono sempre, al lavoro e in vacanza.

Brilli ha inaugurato una rubrica su Leggo.it dove si confronta con gli utenti e proprone delle riflessioni, tra le quali non poteva non parlare degli animali, a ridosso del Natale.

L’attrice romana pensando al Natale, vissuto oggigiorno come una grande festa, “con i dolci buoni, i mandarini e le tovaglie rosse, alberi, presepi, propositi e regali”.

Ed è proprio al riguardo dei regali che la Brilli ha invitato a fare attenzione al “regalare degli animali sotto l’albero”.

“Mon tutti prima di farlo si rendono conto della responsabilità che si assumono”, sottolinea Brilli.

“Canili e rifugi sono pieni di regali di Natale, che vengono mollati poco dopo le feste, esseri che sentono, che sono vivi e caldi e bellissimi, e possono farti scollare il sedere sformato dal divano. Io ho una cagnolona, Margot, e due gatti, Sabotino e Amelie. Ci siamo fatti camminate sulla spiaggia, giochi con fili e palline, riposini accoccolati uno all’altro. Margot la sera aspetta che siano rientrati tutti, e solo allora va a dormire nella cuccia sua. Chiediamo una promessa, Zina e io: prima di regalare un animale, fatevi mille domande e se non vi date duemila risposte positive, ripensateci. E regalate magari un portachiavi, utile, manco caro, e non deve scendere due volte a far pipì”.

L’animale non è un oggetto, né tanto meno un giocattolo o un accessorio. Si tratta di un essere vivente che come evidenziato da Brilli ha bisogno di cure ma anche di molte attenzioni,.

In un’intervista a ridosso dell’estate 2018, la Brilli in un’intervista ricordava il fenomeno dell’abbandono degli animali.

“Mi fa orrore questo fenomeno. Non riesco proprio a concepirlo. Gli animali non sono giocattoli, sono esseri viventi, non possono essere buttati via. Chi fa questo è un animale, è pericoloso per gli esseri umani stessi e non ha alcun rispetto per la vita”. Affermò Brilli.

A Natale, prima di regalare un animale, è bene essere consapevoli, non solo di tutti i pelosi che attendono una famiglia in canile, ma anche del fatto che un animale è una responsabilità che dura per tutta la vita dell’animale.

Ti potrebbe anche interessare–> Regalare un cucciolo a Natale: si o no? Ecco come cambia la vita

C.D.