Home Cani Regione Veneto cura gli animali gratis

Regione Veneto cura gli animali gratis

CONDIVIDI

Regione Veneto si fa carico  delle spese veterinarie affrontate dalle famiglie meno agiate

Cure gratis agli animali Regione Veneto

Regione Veneto si fa carico spese veterinarie per famiglie indigenti

Per contrastare il fenomeno degli abbandoni, forme di maltrattamento che scaturiscono da mancanza di cure, la Regione Veneto dopo la Lombardia, vuole andare incontro alle famiglie che hanno un amico a 4zampe e che in molti casi non riescono a fornirgli tutte le cure necessarie per problemi economici.

“Entro l’estate prossima il Veneto avrà una legge per garantire le necessarie cure veterinarie agli animali da compagnia delle persone, anziani in primis, in situazioni di difficoltà economica”. E’ quanto annuncia il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, nel corso della presentazione del “Progetto prima visita e vaccinazione degli animali d’affezione di persone e anziani indigenti” a Conegliano.

“Il progetto (dell’Ulss 2), nato per il Distretto Pieve di Soligo da un’intuizione del dottor Ernesto Schievenin sarà esteso nel 2019 a tutto il Veneto”. Sottolinea Zaia, spiegandoi che “garantire le cure veterinarie significa infatti assicurare un’adeguata pet therapy agli anziani cui questi animali fanno compagnia”.

Il presidente della Regione Veneto ha poi tenuto a ricordare che “il Veneto è una Regione ‘pet friendly’. Gli animali da compagnia possono entrare in tutti i nostri ospedali e abbiamo una legge che permette la sepoltura dei piccoli animali nel giardino di casa”.

La norma regionale che sarà varrata avrà una validità triennale e andrà incontro a tutti coloro che si trovano in condizioni economiche difficili affinché possano curare adeguatamente, e mantenere in buona salute, i propri animali da affezione.

Come riporta Ansa, accertato lo stato d’indigenza dalle competenti amministrazioni comunali, le famiglie potranno usufruire di varie prestazioni veterinarie tra cui la micro-chippatura del cane, interventi di sterilizzazione e altri interventi chirurgici ritenuti indispensabili. Mentre le visite e gli interventi saranno effettuati presso l’ospedale veterinario “Città di Conegliano”.

C.D.