Home News Regno Unito: cucciolo orribilmente ferito e trovato sepolto vivo

Regno Unito: cucciolo orribilmente ferito e trovato sepolto vivo

CONDIVIDI

Un cucciolo orribilmente ferito è stato recentemente scoperto sepolto vivo in un campo a Leyland, nel Lancashire, Regno Unito.

sepolto vivo
(Facebook/RSPCA)

Dal Regno Unito arriva in queste ore l’ennesima vicenda di violenza nei confronti di un piccolo animale indifeso. Infatti, un cucciolo orribilmente ferito è stato recentemente scoperto sepolto vivo in un campo a Leyland, nel Lancashire. Ormai, gli episodi di crudeltà nei confronti di animali sono diffusi e quotidiani. Il Regno Unito non fa eccezione: poco più di un mese fa, un cane è stato trovato morto nel fiume Spalding con mattoni legati al collo.

Cucciolo sepolto vivo: i soccorritori provano a salvarlo

Più di recente, invece, da Dublino è arrivata la denuncia di una donna che aveva lasciato il suo cane in un rifugio e le è stato restituito morto e avvolto nel nastro adesivo. Casi estremi, ma nemmeno troppo visto quello che viene denunciato quotidianamente in Italia, con violenze e abusi davvero terribili, come quelli subiti da Pasquina, presa a fucilate a Fiumicino, o dal cane Giacomo, massacrato e ucciso da un vicino. Soltanto ultima in ordine di tempo è dunque questa terribile vicenda che arriva dal Lancashire. Secondo la BBC News, una femmina di Pomerania di nove settimane, trovata avvolta in una sacca all’interno di una fossa poco profonda, aveva le gambe rotte ed era “incapace di muoversi”.

Purtroppo, a causa delle gravi ferite che la cucciola aveva riportato, si è stati costretti a ricorrere all’eutanasia. L’ispettore RSPCA Alison Fletcher ha commentato l’atto spregevole di crudeltà: “Che orribile atto di crudeltà uscire in mezzo al nulla, scavare una fossa e seppellire questo povero cucciolo vivo nella polvere. È disgustoso”. Probabilmente, aggiunge il membro dell’organizzazione che nel Regno Unito si occupa di benessere degli animali, se il cucciolo non sarebbe stato trovato avrebbe sofferto una morte davvero lenta e dolorosa. In ogni caso, lo strazio dei soccorritori è quello di non avergli potuto salvare la vita. Si cerca ora il responsabile di questo atto così crudele e indegno.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI