Home News Remi Gaillard in gabbia al canile di Montpellier: record di adozioni e...

Remi Gaillard in gabbia al canile di Montpellier: record di adozioni e donazioni

CONDIVIDI

gaiallrd

Aveva annunciato la sua performance la scorsa settimana, provocando un tam tam sulla rete in tutto il mondo. Il youtuber e attivista francese Rémi Gaillard si è chiuso, come previsto l’11 novembre, in un box del canile di Montpellier per promuovere un’iniziativa benefica mirata all’adozione dei cani e ad una raccolta fondi che, a distanza di pochi giorni, ha superato le aspettative. L’attivista noto per le sue performance, tra le quali esperimenti sociali, ovvero azioni con le quali s’indaga la reazione delle persone, da ormai tre giorni vive all’interno di una gabbia e documenta ogni suo movimento con una diretta streaming tramite facebook.

Migliaia di utenti si sono collegati con Rémi, per complimentarsi della sua performance e sostenerlo, incoraggiandolo a tenere duro. Al di là di qualsiasi speranza, la performance di Rémi nell’arco di un giorno aveva già raccolto oltre 50mila euro da destinare alla struttura che si occupa di randagi e cani abbandonati. A distanza di tre giorni la cifra ha superato i 140 mila euro e a quanto pare, Gaillard non è intenzionato a mollare.

Tra le varie dirette, quella dell’esasperazione durante la notte, tra gli ululati dei cani. Gaillard ha tenuto a ringraziare tutti i volontari e gli utenti che hanno donato, come anche la stessa direzione della struttura.

Oltre alle donazioni, Gaillard ha detto che sono stati anche adottati numerosi animali da quando è iniziata la sua performance e solo nel fine settimana, sono andati via ben 34 gatti tra i quali un gatto senza una zampa, due gatti anziani, dodici cuccioli e 22 gatti adulti: “Restano solo 15 gatti nella struttura, una delle più grandi della Francia”, ha commentato l’attivista, specificando che le adozioni sono state fatte con la stessa meticolosità e lo stesso controllo di sempre.
“Tra le altre adozioni, anche sedici cani tra i quali due cani di 14 anni. In questo caso non si tratta di un’adozione ma di un salvataggio”, ha proseguito Gaillard nel suo aggiornamento, commentando il significato delle adozione tra le quali quella di Thais: un’esemplare anziano sordo e cieco, con il quale lo stesso Gaillard ha passato l’ultima notte nel canile nel box.
Tra gli altri esemplari, prosegue l’attivista, è stato adottato un cane che era nel canile da tre anni. “Sono tanti mille giorni per un cane in un rifugio: è un eroe.  Il cane è uscito questo fine settimana e questo mi commuove. In tutto sono stati adottati 45 cani. Devono essere adottati ancora 101 cani e 17 gatti”.

Gaillard ha poi lanciato un appello, ricordando che restano 118 cani tra cui alcuni urgenti. Un’iniziativa veramente straordinaria che commuove per l’impegno e la dedizione di una persona alla causa degli animali meno fortunati.

Potere continuare a seguire Gaillard nella sua impresa sul suo profilo facebook clicca qui

Per fare una donazione clicca qui