Home News Rinoceronti: buona notizia per la loro sopravvivenza, calano le uccisioni

Rinoceronti: buona notizia per la loro sopravvivenza, calano le uccisioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:17
CONDIVIDI

Rinoceronti, dal WWF la splendida notizia della riduzione del numero delle uccisioni. Un dato positivo che necessita ancora di tanto impegno

Un esemplare di rinoceronte (Foto Pixabay)
Un esemplare di rinoceronte (Foto Pixabay)

Un’ottima notizia per i cari rinoceronti. Il numero degli animali uccisi dai bracconieri dal 2019 è diminuito.  La conferma proviene dal dipartimento dell’Ambiente, delle Foreste e della Pesca che ha riferito che il numero degli animali persi per il bracconaggio è sceso da 769 a 594. In tal modo, si è verificato un decisivo calo, passando dalle 71 uccisioni nel 2018 ai 31 nel 2019. Un risultato importante, considerando la spietata pratica di tale attività che non cessa di esistere. Per il traguardo raggiunto, il WWF esprime la sua ammirazione verso il ministro Barbara Creecy per l’impegno messo in pratica da governi, privati, comunità e Ong.

Rinoceronti, cala il numero degli esemplari uccisi 

Rinoceronte a spasso (Foto Pixabay)
Rinoceronte a spasso (Foto Pixabay)

Nonostante la buona notizia, bisogna comprendere il rapporto tra gli animali uccisi e quelli rimasti vivi. Infatti, senza tali informazioni non è semplice avere un quadro completo dei rinoceronti presenti in Sudafrica.

Inoltre, è necessario sottolineare il fatto che il problema, nonostante il dato positivo, non è ancora giunto ad una risoluzione definitiva. Tuttora il rischio estinzione dei rinoceronti persiste a causa del bracconaggio, dalle organizzazioni criminali che li minacciano, insieme alla mancanza di un habitat adeguato alla sopravvivenza della specie.

Al riguardo, il direttore del programma Wildlife di Wwf Sudafrica, Jo Shaw ha affermato: “Gli sforzi adoperati dalle forze dell’ordine non riescono da soli ad affrontare i fattori sociali ed economici che si celano dietro le minacce che colpiscono duramente i rinoceronti. Ora è fondamentale tenga conto dell’impegno, della sicurezza delle comunità e delle persone che abitano intorno alle aree protette. Tuttavia, è fondamentale affrontare anche il tema della corruzione legato alla criminalità organizzata.”

Rinoceronti e il pericolo estinzione, tanti gli aspetti da prendere in considerazione

Mamma e figlio insieme (Foto Pixabay)
Mamma e figlio insieme (Foto Pixabay)

Al riguardo, bisogna tenere presente il fatto che il progetto di strategia nazionale integrata, finalizzata a combattere il traffico di animali selvatici (NISCWT), non sia ancora stato completamente adottato dal governo.

La lotta al bracconaggio è un tema delicato che non deve smettere di essere sottoposto alle attenzioni dei governi e degli enti adatti, in modo tale che la salvaguardia non solo dei rinoceronti ma di tutte le specie, venga messo al primo posto nell’ordine di importanza.

Leggi anche:

B.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI