Home News Rita Dalla Chiesa sul festival della carne : ” i cinesi meritano...

Rita Dalla Chiesa sul festival della carne : ” i cinesi meritano l’estinzione”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:13
CONDIVIDI

Parole dure quelle di Rita dalla chiesa che su twitter   ha scritto I cinesi meritano l’estinzione. scatenando l’ira di moltissime persone 

Rita Dalla Chiesa festival Yulin
Rita Dalla Chiesa festival Yulin ” meritano l’estinzione”

Senza mezzi termini l’ex conduttrice del programma televisivo forum , grandissima amante degli animali si è scagliata contro il festival di Yulin che sta avendo luogo in cina in questi giorni.

Potrebbe interessarti anche:Festival di Yulin: Evento annuale dove vengono mangiati oltre 10.000 cani

Le proteste di Rita Dalla Chiesa per il festival di Yulin

Rita Dalla Chiesa festival Yulin
Rita Dalla Chiesa festival Yulin ” meritano l’estinzione”

E’ peccato mortale volere l’estinzione del popolo cinese???????” Queste sono state le parole durissime della conduttrice che ama gli animai ed è rimasta sconvolta dal fatto che in Cina ancora si svolga un festival che consente la macellazione di moltissimi animali.

Nonostante in molti abbiano capito il suo sfogo, moltissimi follower sul web si sono scatenati ritenendo le sue dichiarazioni poco sensibili , se bene infatti il festival sia considerato come il festival degli orrori in molti hanno dichiarato che augurarsi il genocidio di una intera popolazione non è una cosa accettabile per un personaggio in vista come lei ma che comunque si augurano che le pratiche barbare dei cinesi vengano abolite.

In molti si sono scagliati contro di lei, tra alcuni commenti ne spicca uno di  un utente ha asserito che molti popoli come quello Indiano potrebbero pensare la stessa cosa dato che è consentito mangiare mucche e maiali.

Potrebbe interessarti anche:Edoardo Stoppa infuriato per il festival di Yulin in Cina

Nel tweet della conduttrice italiana si può leggere anche

“Ho visto delle foto su Twitter che fanno orrore! Andiamo tutti a protestare sotto l’Ambasciata cinese e sotto i consolati. Questo tipo di manifestazioni non dovrebbero essere ammesse in una società civile anche perché loro avevano detto che l’avrebbero sospesa”

Il post poi continua “La mia è una provocazione è una domanda. Poi, se non lo capiscono, peggio per loro! Dobbiamo fare casino. Con quello che hanno combinato poi devono solo che stare zitti! Che mi attaccassero, non me ne può frega’ de meno!”

Dopo i moltissimi commenti negativi sempre su Twitter  Rita ha pubblicato un altro post esprimendo ancora una volta quello che sostiene:” Mi fanno pena e rabbia le persone che,invece di attaccare me per quella che le persone INTELLIGENTI hanno percepito SOLO come una provocazione,si ostinano a ignorare quello che succede a Yulin per 10 giorni.Migliaia e migliaia di cani massacrati nei modi più atroci.Guardate foto!”