Home News Ritrova l’uso delle mani grazie a due conigli: “Mi hanno dato la...

Ritrova l’uso delle mani grazie a due conigli: “Mi hanno dato la libertà”

CONDIVIDI
@reddit.

La disabilità a volte può risultare qualcosa di veramente insormontabile e duro da accettare. Sia per chi la subisce che per chi deve fornire sostegno. Per fortuna esistono fattori in grado di annullare il dispiacere per il fatto di dover vivere una simile condizione. Ad esempio il contatto con gli animali. Ne sa qualcosa Marley-Belle Quaid, una donna che ha visto gravemente pregiudicarsi l’utilizzo delle mani. Nonostante diversi interventi chirurgici ai polsi, non poteva più usare gli arti superiori del corpo. E questa l’ha portata anche a finire su una sedia a rotelle. Qualsiasi tentativo di applicare una fisioterapia finiva con un buco dell’acqua. Qualcosa è cambiato però dal momento in cui l’associazione ‘RSPCA’ aveva pubblicato un posto su Facebook. Qui veniva richiesto aiuto per fornire un riparo per due conigli abbandonati, ritrovati legati in una foresta. Ovviamente qualcuno di aveva abbandonati, e per fortuna questa persona ha pensato bene di trarli in salvo. Marley-Belle Quaid a sua volta non ha esitato nel contattare l’associazione per dire di essere disposta ad adottarli.

Come due conigli hanno portato alla rinascita di Marley-Belle

La donna racconta che a causa della sua disabilità temeva di non riuscire ad accudirli. Ma già dopo pochissimo tempo questa paura è svanita, lasciando il posto alla felicità: “Non avrei potuto prendere decisione migliore”, dice. I due conigli sono stati chiamati Woodstock e Wilfred. E la cosa incredibile è che, iniziando ad accarezzarli timidamente e poco alla volta, le sue mani hanno ricominciato a funzionare. La stessa Marley-Belle parla di un miracolo: “Trascorsi sei mesi, riuscivo di nuovo a muovere i polsi. E tante azioni che prima non potevo compiere ora ero in grado di portarle a termine. Ad esempio potevo usare le forbici. Il fatto ha sorpreso anche il chirurgo che mi seguiva. E tutto questo ha contribuito a generare un miglioramento totale in me, non solo nel corpo ma anche nello spirito. Sono stati quei due animaletti a guarirmi, grazie a loro so cos’è la libertà adesso”. Invece qualcun altro sembra sottoporre altri animali a dei maltrattamenti, il tutto per dei precisi quanto futili scopi.

A.P.