Home News Robin Williams: quando la gorilla Koko pianse la morte dell’attore

Robin Williams: quando la gorilla Koko pianse la morte dell’attore

CONDIVIDI
animali uomini
Robin Williams e Koko nel 2001

Un attore brillante che ha saputo conquistare tutto il mondo.

Robin Williams è morto l’11 agosto del 2014. Ma il suo ricordo resta impresso ancora nella memoria di tutti e della rete che a distanza di 4 anni lo celebra ancora sui social, con l’hashtag #robinwilliams. Un personaggio eclettico che dopo aver scoperto di essere affetto dal Parkinson non ha supportato la degenerazione del sistema nervoso provocata dalla malattia. Una malattia che provoca diversi disturbi, attacchi di ansia, panico o allucinazioni. E così, aveva deciso di togliersi la vita, impiccandosi con una cintura. La stessa moglie ricordò che “se gli fosse andata bene avrebbe avuto magari tre anni di vita e sarebbero stati tre anni duri, probabilmente sarebbe stato internato… Alla fine non aveva nemmeno più il controllo della sua voce, era sobrio completamente, pulito, ma soffriva di ansie”.

Robins aveva un talento con il quale ha saputo parlare all’emotività di tutti. Una sensibilità che lo portava anche a fare attenzione al destino degli animali.

Tanto che, nel 2001, decise d’incontrare Koko, la gorilla, morta quest’anno, che sapeva comunicare con il linguaggio dei segni.

Leggi anche–> “Hello, my name is Koko”. Muore la Gorilla che parlava lingua dei segni

In pochi istanti, i due divennero subito amici.

“Koko percepisce la natura delle persone e quella volta  rimase affascinata dal calore Robin”, ricordò Penny Patterson della Gorilla Foundation di Woodside in California.

Robin andò spesso a trovare Koko e nel 2004 fecero insieme uno spot per la difesa delle specie protette.

“Dopo l’ennesima telefonata di cordoglio mi si è avvicinata Koko con uno sguardo interlocutorio: le ho spiegato che avevamo perso un caro amico, Robin Williams. Koko si è fatta molto pensierosa e ha fatto il segno delle parole donna e piangere. Poi si è accucciata con la testa piegata e le labbra tremanti”, ricorda la Patterson.

Per questo la fondazione ha voluto rendere un omaggio a William tramite il saluto di Koko.

Un omaggio che a distanza di 4 anni, riproponiamo per ricordare quanto questi due esseri, appartenenti a specie diverse abbiano donato al mondo.

Forse, da qualche parte, Koko e Williams stanno ora ridendo insieme.

L’incontro tra Koko e Robin Williams nel 2001

Koko piange la morte di Williams nel 2014

C.D.