Home News Russia, sperimentazione animali: cani utilizzati per testare il gas nervino

Russia, sperimentazione animali: cani utilizzati per testare il gas nervino

CONDIVIDI
sperimentazione animale
Cani test per gas nervino, Getty images

Cani utilizzati nei test per il gas nervino in Russia

Un ex spia russa, Sergei Skripal di 66 anni e sua figlia di 33 anni sono stati trovati privi di conoscenza lo scorso 7 marzo all’esterno di un centro commerciale di Salisbury, nel Regno Unito. Secondo le indiscrezioni, sarebbero in condizioni critiche. Padre e figlia sarebbero stati avvelenati con del gas nervino. Infatti, nel ristorante e nel pub in cui si erano recati, sono state ritrovate tracce di gas nervino riconducibile ad una sostanza sperimentata in Russia.

Dalle indagini emergono scenari sconcertanti nei quali migliaia di cani sono stati torturati e uccisi per testare gli effetti del gas nervino Novichok. Per diversi anni, i ricercatori del Chemical Research Institute hanno effettuato test sui cani, esposti alla sostanza.

Fino agli anni Novanta l’Istituto di ricerca chimica vicino a Nukus, in Uzbekistan, avrebbe utilizzato i cani per i test. Gli animali erano costretti ad indossare delle maschere antigas e ed erano costretti a camminare sui tapis roulant durante gli esperimenti. In base ai dati, migliaia di cani sarebbero morti per studiare gli effetti letali del gas. A quanto pare, ancora oggi, continuerebbero ricerche simili per testare armi chimiche sui cani in un altro istituto nella Russia sud-orientale.

Una testimone, Judith Miller ha dichiarato ai media di aver visto decine di cani sui tapis roulant. “Ho visto centinaia di gabbie dove vi erano dei cani con le maschere sui tapis roulant”.

cani sperimentazione
Cani con maschere antigas durante esperimenti gas nervino

Cani testati per il gas nervino

I cani, secondo quanto ha ricordato Miller, erano legati e costretti a camminare sui tapis roulant. In migliaia sono morti a causa dell’esposizione al gas nervino. Ha affermato senza mezzi termini l’esperto americano. Grazie all’utilizzo dei cani, fu prodotto un tipo di gas nervino estremamente potente e letale. L’esperto è giunto in Russia, all’indomani del crollo dell’ex Unione Sovietica. Mill ha raccontato ai giornali americani di aver visto le gabbi in cui erano allevati i cani destinati ai test.

Il tentato omicidio in Inghilterra ha rivelato nuovi scenari. Tra i quali, proprio a ridosso delle elezioni in Russia, sembrerebbe che la figlia dell’ex spia russa, avesse una relazine con un uomo che lavorava proprio per Vladimir Putin.

C.D.