Home News Salva animali vivendo con loro: la storia del santuario “Capra Libera” a...

Salva animali vivendo con loro: la storia del santuario “Capra Libera” a Matrix

CONDIVIDI
santuari animali
Massimo Manni Santuario Capra libera

La storia del santurario di Massimo Manni a “Matrix”

Nell’ambito del programma Matrix, il martedì su Canale5, Nicola Porro ha riservato uno spazio a Massimo Manni, l’uomo che si occupa del Santuario Capra Libera a Nerola dove viene dato rifugio a molti animali bisognosi.

“Non possiamo salvare tutti gli animali, ma dobbiamo salvare tutti quelli che riusciamo. Ho lavorato anche al circo, quindi nella mia vita ho venduto gli animali, poi ho capito che non c’era amore nei loro confronti”. Racconta Manni.

In totale, il santuario ospita 200 animali, tra mucche, capre, galline cani o gatti.

“Le spese di gestione per così tanti animali sono elevatissime. Si arriva sugli 80 euro al giorno, fortunatamente mi aiutano le associazioni animaliste, qualche ex proprietario di alcuni di loro e qualche adozione a distanza”.

Una vita dedicata agli animali come molte persone che hanno deciso di lasciare tutto e di fare qualcosa per queste creature, troppo spesso dimenticate.

In Italia, è stata creata anche rete di santurari che raccoglie i rifugi da Nord a Sud, proprio per poter dare maggiore visibilità a queste realtà. Luoghi dove gli animali vengono accolti dopo sequestri, maltrattamenti o abbandoni.

Ogni animale è rispettato senza differenze di specie.

 

C.D.