Home News Angeli dei 4 Zampe Salva due gattini ma non ha i soldi per curarli: un’associazione decide...

Salva due gattini ma non ha i soldi per curarli: un’associazione decide di aiutarla

CONDIVIDI

Non aveva avuto il coraggio di lasciarli, abbandonati al loro destino. Una donna di Sydney, in Australia, ha così deciso di aiutare due cuccioli randagi, trovati dal giorno all’indomani nel proprio giardino di casa. I mici avevano poche settimane e ha così deciso di nutrirli amorevolmente. Rendendosi conto che erano troppo giovani per restare fuori, la donna li ha presi per portarli in casa. E’ solo in quel momento che si è resa conto che quei cuccioli avevano un problema agli occhi. Per questo i gattini sono stati portati dal veterinario per un controllo. Purtroppo la patologia era grave e dovevano essere operati. I costi erano troppo elevati e la donna non li poteva sostenere. Disperata, si è messa alla ricerca di un’associazione che potesse aiutarla. Dopo diversi giorni, all’appello della donna risponde la Inner City Strays che acconsente di prendersi carico dei due cuccioli chiamati  Stevie e Isaac.

L’associazione ha provveduto a fare operare i due gatti: a Stevie sono stati rimossi i due occhi e un solo occhio ad Isaac per evitare il rischio che si propagasse l’infezione. Da quel momento, i due fratelli non potevano più essere separati in quanto era Isaac a guidare Stevie nei suoi movimenti. I due gatti non potevano essere adottati separatamente e sono rimasti nel gattile dell’associazione in attesa di una famiglia.

Quel giorno arrivò finalmente per questi due cuccioli. Una coppia vedendoli assieme si è innamorata dei due fratelli e li ha adottati entrambi. Da quel momento, i due gatti sono stati chiamati Buddah e Mogwai e per loro è iniziata una nuova vita, circondata dall’affetto e dall’amore dei loro proprietari che sono impazziti per loro. Infatti, è stato creato un profilo Instagram dedicato a Buddah e Mogwai, chiamato “2kitties1eye” (due gatti e un solo occhio) dove è possibile vedere questi due simpatici protagonisti nelle loro imprese quotidiane, l’uno sempre al fianco dell’altro.

C.D.