Home News Salvata dallo sfruttamento, continuava a non darsi pace

Salvata dallo sfruttamento, continuava a non darsi pace

CONDIVIDI

E’ stata salvata da una condizione di sfruttamento e portata in un rifugio, il Gentle Barn nel Tennessee, un santuario per animali. La dolce Maybelle ha vissuto per otto anni in un’azienda agricola per produrre il latte. Dopo anni di sfruttamento Maybelle è stata dismessa e doveva molto probabilmente finire al macello se non fosse per l’impegno di un gruppo di volontari che l’hanno riscattata. Per Maybelle la vita sembrava tornare a sorridere e non si sarebbe più dovuta preoccupare per il suo futuro.

Nonostante ciò, la dolce Maybelle non si dava pace e anche se aveva davanti a lei un bel prato verde, era depressa e si guardava attorno, lamentandosi senza tregua, emettendo dei richiami. Un comportamento che ha insospettito i volontari i quali avevano assistito ad un altra vicenda simile, quella di una mucca che era stata separata dal suo cucciolo.

“Piangeva e si lamentava di continuo. Passeggiava avanti e indietro vicino alla recinzioni chiamando senza sosta”, ha raccontato Andrea Burritt, responsabile del santuario Gentle Barn, spiegando che “è stato terribile vederla in quel modo, come se ci supplicasse di qualcosa guardandoci negli occhi”.

Lo staff del santuario è così tornato nell’azienda agricola per chiedere al proprietario se Maybelle avesse un vitello, scoprendo che era stato separato dalla madre e messo in un altro recinto. Ma Maybelle ogni giorno in quel modo poteva sentire ancora la sua presenza e vederlo. Quando è stata trasferita non avendo più modo di stare vicino al figlio, Maybelle era impazzita e lo cercava ovunque.

I volontari sono riusciti a riscattare anche il vitello e arrivando con il cucciolo al centro, Maybelle si è accorta di lui a distanza quando era ancora nel trailer che ha iniziato a seguire lungo il recinto fino al punto in cui non si è fermato.

Durante il tragitto la mucca chiamava e il figlio, di nome Miles che a sua volta, accorgendosi della presenza della madre ha iniziato a rispondergli. Una scena commovente per i testimoni che non vedevano l’ora di farli ricongiungere. Scendendo dal rimorchio, Miles è corso subito in direzione della madre: “Lei si è fermata al suo fianco per accertare se stesse bene dopodiché è ripartita con lui al suo fianco”, hanno raccontato commossi i volontari.

Da quel giorno, la mucca ha ripreso a mangiare e a distanza di qualche settimana dal ricongiungimento, lo staff ha fatto anche un’altra gradevole scoperta: Maybelle era di nuovo in dolce attesa e ha dato alla luce dopo diversi mesi, un secondo vitello chiamato Eclipse.

L’allegra famiglia passa le sue giornate a giocare e al pascolo. Secondo le indiscrezioni, il vitello più grande sarebbe molto delicato con il piccolo Eclipse con il quale si diverte a correre sul prato. Una vita spensierata e un’immagine che conforta i volontari. “Non c’è sensazione più bella che quella di vederli felici”, ha concluso la Burritt.

 

 

Ecco una piccola galleria di questa simpatica famiglia che non dovrà più temere per il suo futuro.