Home News La storia di Sasha, il gatto ritrovato dopo 5 anni in un...

La storia di Sasha, il gatto ritrovato dopo 5 anni in un luogo impensabile

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:31
CONDIVIDI

Un uomo, dello Stato americano dell’Oregon, non pensava più di ritrovare Sasha, il suo gatto scomparso: ecco dove e come è stato ritrovato dopo 5 anni.

sasha gatto ritrovato
Sasha, il gatto ritrovato dopo 5 anni in un luogo impensabile Foto Rifugio per animali di Santa Fe

Un uomo nello stato americano dell’Oregon si è riunito con il suo gatto scomparso dopo che è stato ritrovato per strada a circa 1.200 miglia (1.900 km) di distanza da casa.

Il gatto nero, di nome Sasha, è stato recentemente trovato nella città di Santa Fe, nel New Mexico, cinque anni dopo essere scomparso dalla sua casa di Portland. Il Rifugio per animali di Santa Fe ha dichiarato, secondo quanto riporta la BBC, di essere stato in grado di localizzare il proprietario scansionando il microchip di Sasha.

La storia di Sasha, il gatto ritrovato dopo 5 anni a quasi 2000 km di distanza

sasha gatto ritrovato
Portland, da dove Sasha è partito e Santa Fe, dove è stato ritrovato Foto dal web illustrativa della distanza

Il gatto è tornato a Portland questa settimana dal suo proprietario Viktor Usov. L’uomo ha dichiarato di aver denunciato la scomparsa del suo animale domestico cinque anni fa e di aver perso la speranza di vederlo di nuovo. “Non ci potevo credere”, ha detto al canile Usov. “Abbiamo pensato al peggio, ma quando abbiamo ricevuto la chiamata, eravamo così grati che Sasha fosse vivo e vegeto.”

I dettagli su come il gatto sia arrivato a Santa Fe sono sconosciuti, ma Usov crede che il suo simpatico animale domestico abbia “fatto l’autostop” con qualcuno. “Immagino di voler pensare che stesse vivendo una grande avventura americana”, ha detto.

Murad Kirdar, un ufficiale di pubbliche relazioni presso il rifugio di Santa Fe, ha affermato che la storia ha sottolineato l’importanza dei microchip per gli animali domestici.

Sasha è riunito con il proprietario Viktor Usov a Portland
Murad Kirdar (a destra) riunisce il gatto Sasha e il suo proprietario Viktor Usov Fonte Rifugio per animali di Santa Fe

“Un semplice microchip, che ha le dimensioni di un chicco di riso e viene impiantato sotto la pelle dell’animale, ci ha aiutato a trovare il proprietario di questo gatto scomparso”, ha detto in una nota Kirdar. Un microchip è l’unica forma di identificazione dell’animale domestico che è “permanente, con un numero univoco che non può cadere, essere modificato o rimosso”, ha aggiunto. Di questo fondamentale aiuto e di altre sue funzioni vi avevamo parlato nell’articolo Microchip per il cane, sanzioni pesanti per i trasgressori: dove farlo.

L’American Airlines ha portato Sasha e Kirdar a Portland per consentire al proprietario e al gatto di riunirsi. Il portavoce Curtis Blessing ha dichiarato alla BBC che la compagnia aerea è stata “onorata” di far parte della riunione. “Siamo lieti di aver fornito un lieto fine al lungo viaggio di Sasha”, ha detto.

Potrebbero interessarti anche >>> 

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI