Home News Save the Dogs compie dieci anni: festa a Vaprio d’Adda

Save the Dogs compie dieci anni: festa a Vaprio d’Adda

CONDIVIDI

 

dyna

L’associazione animalista Save the Dogs and Other Animals è nata nel 2005 per fronteggiare il problema dei randagi in Romania. La sua presidente e fondatrice, Sara Turetta, fin dal 2001, iniziò ad interessarsi al fenomeno quando presero il via uccisioni indiscriminate di cani vaganti per le strada.

A Villa Castelbarco a Vaprio d’Adda, in provincia di Milano, si svolgerà il 27 settembre, una festa per ricordare i dieci anni di attività di Save The dogs. Un evento promosso in collaborazione con il Gruppo Finelco (Radio 105, Radio Montecarlo, Virgin Radio) e con la scuola di cinofilia ThinkDog.

All’iniziativa partecipano Rosita Celentano, le deejay Kris Reichert (Radio 105) e Giulia Salvi (Virgin Radio) ma anche Senhit, cantante internazionale che durante il suo tour estivo sostiene i progetti di Save the Dogs. Mentre il celebre protagonista del fumetto ideao da Tiziano Scalvi, Dylan Dog, sarà il padrino dell’evento.

Tra gli intrattenimenti in programma vi sarà l’incontro con il dog coach Angelo Vaira e il team di ThinkDog che daranno vita  delle dimostrazioni e attività. In occasione della ricorrenza sarà presentato anche in anteprima il nuovo video sulle adozioni internazionali di Save the Dogs. Non macheranno le storie di famiglie adottive di cani randagi romeni La festa sarà anche l’occasione per conoscere le storie di alcune famiglie adottive e di ex-randagi romeni ai quali l’adozione ha cambiato la vita per sempre.

“Il 2005 fu un anno di svolta in cui decisi di dare vita a Save the Dogs and Other Animals Italia. L’associazione avrebbe avuto come obiettivi la raccolta fondi e la comunicazione, due elementi fondamentali per garantire il carburante necessario all’operatività in Romania. Questo evento vuole essere un modo per celebrare un decennio di fatica e di traguardi raggiunti: non solo i miei, ma quelli di tutti coloro che sono stati parte di quest’avventura insieme a me”, ha scritto la Turetta.

Per informazioni clicca qui.