Home News Polemica sugli scienziati russi: usano cani per nuovi esperimenti – VIDEO

Polemica sugli scienziati russi: usano cani per nuovi esperimenti – VIDEO

CONDIVIDI
(screenshot video)

Gli scienziati russi hanno dimostrato che un cane può sopravvivere sott’acqua usando la tecnologia della respirazione liquida. E sebbene l’obiettivo principale sia salvare vite umane, l’esperimento è stato criticato come al confine con la crudeltà sugli animali. Gli scienziati russi lavorano da anni sulla tecnologia che può fornire nuovi metodi di evacuazione di emergenza per gli equipaggi sottomarini. La possibilità di respirare liquidi è stata roba da fantascienza, fino a quando un’avanzata agenzia di ricerca militare russa ha iniziato a sperimentare la tecnologia che richiede di riempire i polmoni di un liquido ricco di ossigeno.

Il Vice Premier russo, Dmitry Rogozin, responsabile della difesa e del settore spaziale, ha illustrato gli ultimi sviluppi di queste sperimentazioni al presidente serbo Aleksandar Vucic. La controversa dimostrazione, che ha dimostrato che un bassotto può respirare sott’acqua, è stata immediatamente condannata su Internet dagli attivisti per il benessere degli animali. Il filmato estremamente inquietante, che non è per i deboli di cuore, mostra gli scienziati della Fondazione per i progetti di ricerca avanzata che immergono forzatamente il bassotto in un serbatoio d’acqua prima di chiudere il coperchio. Il video mostra l’animale che lotta per uscire, prima che i suoi polmoni si riempiano di liquido ricco di ossigeno. Dopo un po’, il coperchio si apre e il cane spaventato viene tirato fuori vivo.

Le critiche alla sperimentazione

Anche se l’animale non è stato danneggiato, gli utenti dei social media hanno condannato l’esperimento. “Se questo non ti turba, allora ho paura che tu non sia un essere umano”, hanno scritto su Twitter. Altri hanno definito lo studio una “tortura” mentre mettevano in dubbio la legalità dell’esperimento. Nonostante le critiche, lo studio avanzato della respirazione liquida promette una svolta scientifica. Esperimenti precedenti hanno dimostrato che un animale può respirare in sicurezza per più di mezz’ora a una profondità massima di 500 metri senza conseguenze visibili per la salute.

Se dunque vi sono Paesi come il Regno Unito che hanno annunciato che non verranno utilizzati animali per la sperimentazione sulla ricerca sul cancro, la Russia prosegue per una strada senza dubbio criticabile. Tale esperimento, viene sostenuto, potrà avere dei risultati anche nel contrasto alla forza gravitazionale. Inoltre Rogozin ha sottolineato: “Oltre a risolvere importanti problemi militari, questo sviluppo aiuterà i medici ad allattare i neonati prematuri. La tecnologia può anche essere utilizzata per aiutare le persone che hanno ricevuto ustioni delle vie respiratorie”.

GUARDA VIDEO

Attenzione: immagini non adatte a un pubblico sensibile

GM