Home News Scoperto un allevamento abusivo di animali in Alezio: tutti i dettagli

Scoperto un allevamento abusivo di animali in Alezio: tutti i dettagli

Un semplice controllo di routine si è trasformata in una infelice scoperta. Un allevamento abusivo di animali è stato trovata in Alezio, vediamo tutti i dettagli dell’operazione

allevamento abusivo animali
Scoperto allevamento abusivo animali (Screenshot Video)

E’ nato come un comunissimo controllo di routine da parte delle guardie Zoofile Agriambiente di Nardò e degli agenti della Polizia Locale di Alezio. Ma durante l’ispezione per controllare le condizioni di alcuni animali ornamentali gli agenti hanno scoperto una serie di recinzioni che ospitavano un considerevole numero di volatili esotici e di tipo ornamentale.

Un allevamento abusivo in piena attività

animali gabbia
Scoperto allevamento abusivo animali (Screenshot Video)

Un vero e proprio allevamento abusivo di animali. Gli agenti hanno rinvenuto un totale di 260 esemplari appartenenti a diverse specie tra cui anatre ornamentali, fagiani, pavoni e pappagalli.

Ma non solo, oltre alla detenzione di questi volativi sono state ritrovate anche due incubatrici che contenevano un cospicuo numero di uova non ancora dischiuse.
Tutte gli indizi hanno provato che il luogo esaminato dagli agenti consisteva in un allevamento avicolo abusivo in attività.

Immediatamente è scattato il sequestro cautelativo sanitario per i volatili. Prevedibilmente, in seguito ai controlli, il loro proprietario non ha mostrato alcun documento utile per testimoniare la provenienza degli animali detenuti né le necessarie autorizzazioni sanitarie.

Inoltre gli agenti hanno ritrovato in loco, al fine di ampliare il già florido allevamento abusivo, anche cinque tartarughe d’acqua e quattro tartarughe di terra. Anche in questo caso il proprietario non ha mostrato gli atti necessari per la detenzione di questi esemplari. Così anche quest’ultimi sono stati sottoposti a sequestro.
Le indagini per scoprire nuovi dettagli sono ancora in corso.

Potrebbe interessarti anche:

M. L.