Home News Selfie con lo squalo balena: il povero esemplare braccato dai sub

Selfie con lo squalo balena: il povero esemplare braccato dai sub

CONDIVIDI
animali selfie
Selfie con squalo balena

Squalo balena in difficoltà per un selfie

E’ terrificante guardare le immagini di un video pubblicato sui social che documenta la drammatica condizione di uno squalo balena, in balia di un gruppo di sub.

Quattro persone, turisti in vacanza, intente a fare un’immersione si sono divertite a scattarsi un selfie con lo squalo balena, nella riserva naturale marina, all’interno del parco nazionale di Cenderawasih Bay in Indonesia.

Nel filmato di 22 secondi, si vede chiaramente come i quattro sub hanno preso d’assalto lo squalo balena, mettendolo in difficoltà.

Dopo aver circondato l’esemplare, un sub si è messo a cavallo sulla schiena dell’animale, altri due sub reggevano le pinne per far stare fermo lo squalo, mentre la quarta persona riprendeva la scena per ricordo.

Tuttavia, quello che emerge è la sofferenza dello squalo che non solo cerca di scappare dai sub ma lotta per nuotare e risalire verso la superficie. Gli squali balena, come ricordano gli esperti, devono nuotare continuamente con la bocca aperta per respirare. In questo caso, i sub lo hanno tenuto fermo per ben 22 secondi, mentre cercava di scappare e rischiava di morire per asfissia.

Una scena davvero “frustrante” che ha sollevato un’ondata d’indignazione in rete. Migliaia di utenti hanno visto il filmato, condannato e criticato aspramente il comportamento dei sub

Lo squalo balena è una specie innocua e in pericolo. Per la sua indole gentile è facile entrare in contatto con loro. Tuttavia, ricordano gli esperti, si tratta di esperienze traumatiche per questi esemplari. Approcci di questo tipo si possono rivelare pericolosi anche per le persone, in quanto l’animale potrebbe fare un movimento improvviso e colpire le persone.

Dopo la diffusone del filmato, i quattro sub sono stati identificati e arrestati. La responsabile WWF fauna marina in Indonesia, Cassandra Tania, ha criticato l’assenza della guida durante la gita turistica che avrebbe dovuto vietare questo comportamento.

Purtroppo questo tipo di comportamento irresponsabile dei turisti, pronti a tutto per scattare una foto ricordo, è diffuso. Negli ultimi anni, il fenomeno “selfie killer di animali” è imploso e sono stati registrati numerosi casi in cui gli animali, appartenenti a specie selvatiche e protette o addirittura in via d’estinzione, sono rimasti vittime dei turisti.

Leggi anche–> Selfie killer di animali: muore cucciolo di delfino in Spagna

Leggi anche–> Morire per un selfie: tartaruga marina in fin di vita

 Guarda il video

C.D.