Home News Selfie con l’orso, si creano divisioni sulla curiosa vicenda -VIDEO

Selfie con l’orso, si creano divisioni sulla curiosa vicenda -VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:43
CONDIVIDI

Selfie con l’orso, un gesto inaspettato che ha creato due tipi di divisioni: gli animalisti schierati contro i simpatizzanti dell’animale

La turista e l'orso ravvicinato (Foto video)
La turista e l’orso ravvicinato (Foto video)

 

Una storia che fa discutere e vede due schieramenti contrapposti: da un lato gli animalisti contro i simpatizzanti di un animale, spesso oggetto di polemiche. Si tratta di un orso nero che si è avvicinato ad alcune turiste intente ad ammirare il paesaggio, in Messico, nel tentativo di cercare cibo. La reazione di una di esse è stata inaspettata e simpatica.

Potrebbe interessarti anche: Toc-toc, in casa arriva l’orso: entrata per niente amichevole – VIDEO

Selfie con l’orso, l’insolita reazione di una turista in Messico 

L'orso alla ricerca di cibo (Foto video)
L’orso alla ricerca di cibo (Foto video)

L’episodio è avvenuto lungo i sentieri del parco Chipinque situato alla periferia della città settentrionale di Monterrey. L’animale è rimasto per alcuni minuti vicino alla ragazza per annusarla e individuare l’eventuale presenza del  gustoso “bottino”. La turista, invece di fuggire (come avrebbe fatto qualsiasi altra persona) è rimasta immobile per scattarsi un selfie con lui! L’attimo è stato ripreso  in un video che ha fatto il giro del mondo.

L’avvistamento però non ha ottenuto le medesime reazioni poiché ha scatenato l’ira delle autorità messicane. Quest’ultime ritengono che l’orso possa comportare problemi e allora hanno deciso di posizionare delle trappole al fine di catturarlo e spostarlo in un’altra zona. Immediata la risposta adirata degli animalisti che hanno creato una petizione online su Change.org finalizzata al rifiuto del trasferimento dell’animale. Essi enfatizzano tale richiest.a con il fatto di tenere le persone fuori dal parco a causa del coronavirus.

In aggiunta a ciò, fanno un appunto: le persone che si trovavano lì erano senza mascherina. Il testo della petizione parla chiaro: “L’orso è inserito nel suo habitat, chiediamo gli venga affidata la possibilità di rimanere nel suo spazio e non finire in uno zoo. L’ufficio per la protezione ambientale ha detto di non avere intenzione di portarlo in uno zoo ma ha comunicato lo spostamento dell’orso in un’altra area, dato che era un recidivo.” La loro decisione non è cambiata nonostante i precedenti avvistamenti si fossero conclusi senza violenza. Anche se non fanno del male, gli orsi continuano ad essere bersaglio di polemiche.

Benedicta Felice