Home News Sequestrano anziano cane sospettato di essere un ibrido con il lupo: la...

Sequestrano anziano cane sospettato di essere un ibrido con il lupo: la disperazione di una famiglia

CONDIVIDI

Dopo dieci anni di vita a casa con la sua famiglia, circondato dall’amore e l’affetto, un cane, sospettato di essere un ibrido con il lupo è stato sequestrato e trasferito presso una gabbia in uno zoo ad Aurora nel Colorado.

In attesa del responso delle analisi per confermare se si tratta di un ibrido, il cane rischia di essere soppresso. La famiglia è disperata e sta facendo l’impossibile per recuperare il suo anziano cane di nome Capone. Il cane era scappato dal giardino di casa lo scorso 24 febbraio e venne recuperato dal servizio municipale locale che quando la famiglia è andata a recuperare il cane si è rifiutato di consegnarlo ai proprietari. Infatti, secondo la Animal Control, l’esemplare, un lupoide potrebbe essere incrociato con un lupo, un ibrido vietato negli Stati Uniti.  I proprietari sostengono a gran voce che si tratta di un incrocio con un pastore tedesco.

Quello che sorprende maggiormente in questo caso, è forse la disumanità con la quale vengono applicate le leggi. Anche se si trattasse di un ibrido, ormai Capone è un cane anziano e fargli subire l’allontanamento dalla famiglia è un vero e proprio trauma, così come per la famiglia. Un tipo di procedimento che non considera le situazioni né tanto meno il fatto che in tutti questi anni, Capone non ha mai fatto del male a nessuno e che pertanto non si tratta di un animale pericoloso.

Non a caso, la figlia dei proprietari del cane, una bambina di 11 anni, cresciuta con Capone, afflitta e shoccata da tutta la vicenda ha dichiarato alle mittenti locali che “è un cane molto tranquillo”.

“E’ veramente dura per me e per i mie figli. E’ un membro della nostra famiglia. E’ stato con noi per dieci anni e ci manca”, ha dichiarato la padrona, Tracy Abbato, sperando che preso potrà riabbracciare il proprio cane che rischia di essere soppresso laddove fosse accertato che si sia un ibrido.

La stessa proprietaria di Capone, adottato tra l’altro in un canile, non si spiega come sia possibile tutta la vicenda: “Non capisco. E’ un cane amato, che ha una famiglia e una casa. Molte persone maltrattano i loro cani, li lasciano in giardino a -2° durante l’inverno e hanno sempre i loro cani”.

Un sentimento di frustrazione e d’ingiustizia che colpisce la comunità locale. Se Capone si rivela un ibrido, il proprietario rischia una denuncia per detenzione di animali pericolosi e selvatici.

INTERVISTA ALLA FAMIGLIA