Home News Serpente incastrato nell’auto: salvato dagli agenti a Ivrea – VIDEO

Serpente incastrato nell’auto: salvato dagli agenti a Ivrea – VIDEO

Serpente incastrato nel sottoscocca di un’auto in un parcheggio vicino la stazione ferroviaria di Ivrea: un video mostra il salvataggio.

serpente incastrato
(screenshot video)

Nelle scorse ore, vi abbiamo raccontato di un episodio a dir poco singolare avvenuto negli Usa: da Kankas City, infatti, arriva il video che documenta quanto avvenuto a due giovani in auto. Un serpente ha dato abbastanza spavento agli occupanti del mezzo,  spuntando improvvisamente da un finestrino laterale, sul lato passeggero. Da Ivrea, arriva adesso un nuovo episodio che sta facendo discutere.

Leggi anche –> Prendono l’auto parcheggiata: sul parabrezza c’è un serpente – VIDEO

Un serpente molto lungo è stato infatti rinvenuto nel sottoscocca di un’auto parcheggiata nelle vicinanze della stazione ferroviaria. Contrariamente a quanto avvenuto nel caso del serpente sul finestrino dell’auto negli Usa, stavolta un provvidenziale intervento ha scongiurato conseguenze per il rettile. Il serpente è stato rinvenuto nella serata di lunedì 24 giugno 2019 dai militari dell’Arma dei carabinieri a Ivrea. Appena è scattato l’allarme, sul posto sono giunti gli agenti della Funzione specializzata Tutela Fauna e Flora della Città Metropolitana di Torino.

Si è dovuti così provvedere a una lunga operazione per estrarre il rettile dal sottoscocca, con il proprietario dell’auto costretto a parcheggiare la vettura verso un’area verde, l’animale è stato estratto. L’operazione, documentata in un video, è riuscita e si è così potuto appurare che il serpente è un Saettone chiamato anche Colubro di Esculapio. La notizia è riportata da Torino Today. Sull’episodio è intervenuta anche la consigliera metropolitana delegata all’Ambiente e alla Tutela di Flora e Fauna, Barbara Azzarà, la quale ha ricordato come gli “Ofidi, essendo animali predatori al vertice della catena alimentare, sono molto utili poiché aiutano a tenere sotto controllo le popolazioni di animali poco graditi agli umani, quali i topi. Inoltre la legislazione vigente colloca tutti i serpenti tra le specie animali protette, vietando qualsiasi maltrattamento nei loro confronti”.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI