Home News Smalling spiega la sua decisione di diventare vegano

Smalling spiega la sua decisione di diventare vegano

Il calciatore della Roma Smalling spiega perché è diventato vegano e di come questo lo abbia aiutato a eliminare un problema medico importante.

smalling vegano
Chris Smalling in una campagna Peta (Fonte foto Instagram di Smalling, diritti a Peta)

Per un nuovo film che esplora la crescente tendenza del veganesismo nel calcio, il difensore della Roma Chris Smalling racconta al suo intervistatore Jermaine Jenas perché ha scelto una dieta a base vegetale e come i suoi ex compagni di squadra del Manchester United si sono interessati al suo stile di vita.

Com’è diventato vegano Smalling?

Ciò che è iniziato come un esperimento, una scelta di vita per rendere le cose più semplici per la moglie vegana, l’ex modella Sam, durante la preparazione dei pasti in casa, ha avuto enormi conseguenze per il 29enne che potrebbe essere l’icona di un nuova ondata di veganesimo nello sport. Non sarebbe il primo atleta di alto profilo a predicare i benefici di una dieta vegana.

Il tennista Novak Djokovic ha sperimentato il taglio di prodotti di origine animale, come carne e latticini della dieta e ha ipotizzato che il cambiamento sia stato uno dei motivi principali alla base della sua ascesa come numero uno del tennis al mondo.

Smalling si è recentemente convertito alla dieta vegana, convinto che questa lo abbia aiutato a evitare lesioni muscolari legate allo stress, migliorando le sue prestazioni fisiche e rafforzando il sistema immunitario del suo corpo.

Il beneficio di una dieta vegana per gli atleti d’élite tende a dividere i nutrizionisti, ma Smalling ha le idee chiare.

“Mia moglie è vegana ed per alcuni anni ha cercato di convincermi. Mangiamo molto a casa e la metà delle volte mangiavo vegan comunque. Non ero completamente vegano perché quando mangiavo fuori continuavo a mangiare carne.”

“Dopo un po’ ho iniziato ad eliminare la carne rossa perché provoca infiammazioni e avevo avuto spesso la tendinite al ginocchio, che molti calciatori hanno. Riducendo la carne rossa, la tendinite ha iniziato a scomparire. In passato la tendinite era un problema  nel riscaldamento, perché iniziare era un incubo. La mia tendinite è migliorata sempre di più.” ha dichiarato.

Poi Chris ha eliminato anche gli altri tipi di carne, i latticini e le uova grazie ai documentari che gli ha fatto vedere la moglie sui trattamenti che subiscono gli animali. Smalling ha anche partecipato a una campagna Peta in sostegno dello stile vegano (immagine di copertina). La scelta di Smalling non è importante solo per lui ma, essendo una figura ammirata da uomini e donne di ogni età, può spingere molte persone verso questa scelta, anche quelle più titubanti.

Infatti Smalling ha dichiarato che consumava molta carne eppure oggi è vegano e non è pentito di questa scelta, quindi anche chi consuma abitualmente carne può cambiare idea. Inoltre la sua vita è migliorata e non prova più la stanchezza di un tempo quando si allena, anche per due giorni di fila. A chi di noi, anche ai non sportivi, non servirebbe sentirsi meno stanchi, stressati e ammalarci di meno?

Il film ‘ Football Going Vegan: Jermaine Jenas Investigates ‘ (il calcio diventa vegano: Jermaine Jenas indaga) è disponibile ora su BBC iPlayer, ma potrebbe presto arrivare in Italia. Noi lo aspettiamo!

Potrebbero interessarti anche >>> 

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI