Home News Sopravvive alle torture e agli abusi sessuali di un killer seriale soprannominato:...

Sopravvive alle torture e agli abusi sessuali di un killer seriale soprannominato: il macellaio di Bucarest

CONDIVIDI
@screen shot youtube

Perversione, follia, male allo stato puro. Sono le uniche e laconiche espressioni che saltano in mente approcciandosi ad una notizia rimbalzata sui quotidiani esteri e riportata dal britannico Daily Mail. Si tratta di diversi casi registrati a Bucarest che fanno pensare ad un killer seriale. Un malato patologico che senza pietà si accanisce sui cani ai quali riserva le peggiori torture, conquistandosi il titolo del “macellaio di Bucarest”.

Il caso è esploso dopo il ritrovamento di una femmina di pastore tedesco di 8 anni, in un luogo dove erano già stati trovati qualche giorno prima, tre cuccioli ammazzati in modo crudele: un cucciolo è stato trovato tagliato a metà, un altro con il cranio sfondato e infine l’ultimo totalmente sventrato.

L’esemplare adulto sembrava morto ed è stato recuperato sul bordo strada in condizioni disperate e nonostante ciò è sopravvissuto, grazie al supporto dei volontari.

La descrizione delle ferite inflitte all’animale sono terrificanti. Ovvero, lo stesso veterinario che ha seguito il caso ha dichiarato anche in base alle radiografie e a diversi accertamenti che a quella povera bestiola chiamata Spirit, erano stati strappati i denti e la coda, fratturate le zampe posteriori per essere poi abusata sessualmente. I volontari quando l’hanno vista in quelle condizioni erano inorriditi e non trovavano le parole per esprimere il loro sentimento e il volta stomaco nel vedere un cane ridotto in quelle condizioni dopo aver subito una violenza inaudita.

“E’ stato straziante, eravamo tutti in stato di shock. Non potevamo credere che qualcuno avrebbe potuto mai fare qualcosa del genere e soprattutto il modo in cui era stata abusata sessualmente in quelle condizioni”,  ha commentato Anneka Svenska, una presentatrice televisiva nota in Romania che si è unita alla squadra di volontari dell’associazione internazionale per la protezione animali IAPWA, con la quale è stata salvata Spirit.

Secondo le indiscrezioni, riportate dal Daily Mail, dopo il ritrovamento di Spirt, il killer avrebbe abusato sessualmente e ucciso altri otto cani randagi accoltellandoli e lasciandoli per strada nella neve. Ecco perché i volontari hanno intimato la signora che ha ritrovato Spirit che si occupa di dare da mangiare ai randagi nel suo quartiere di non prendersi più cura dei cani, per evitare che si avvicinino o permangano in quella zona, considerata a rischio.

Uno psicopatico in stato di libertà che banchetta per le strade della città che conta oltre 60mila randagi, che sono a rischio, minacciati dal freddo e da pericoli costanti come questo killer seriale ma anche dalle stesse autorità che nel 2013, dopo l’aggressione di un bambino per strada hanno reintrodotto l’eutanasia nei canili, dopo 15 giorni di permanenza.

Spirt è sopravvissuto all’orrore grazie a diversi interventi condotti presso il centro veterinario Dog Rescue Romania. Non appena avrà le forze, Sprit sarà inviata in Gran Bretagna per farla adottare.

“E’ un bel cane, anche dopo quello che è successo, è molto fiduciosa e ama la presenza degli esseri umani”, ha concluso la volontaria.