Home News Sperimentazione animale maratona Telethon: consigliere Rai chiede trasparenza

Sperimentazione animale maratona Telethon: consigliere Rai chiede trasparenza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:21
CONDIVIDI

I fondi raccolti andranno a enti che usanno la sperimentazione animale? Questo e gli altri dubbi del consigliere Laganà sulla raccolta Telethon.

macachi torino sperimentazione animali telethon
Sperimentazione sui macachi Fonte @Essere Animali

Dal 14 al 21 dicembre la TV di Stato manda in onda anche quest’anno la maratona Telethon. In questa occasione saranno raccolti i soldi per finanziare progetti scientifici legati alla salute. Il consigliere d’amministrazione della Rai Riccardo Laganà ha condiviso il suo pensiero in merito a come i soldi raccolti saranno spesi.

Il cdA Rai ha posto l’accento su quale tipo di ricerca convenga finanziare e come devono essere divisi i finanziamenti raccolti. Riccardo Laganà chiede che siano finanziati non solo progetti con la sperimentazione animale ma sia dato spazio anche ad altri.

Sperimentazione animale, i pareri durante la maratona Telethon Rai 2019

sperimentazione animali
Sperimentazione sui macachi Fonte @Essere animali

Spesso chi fa ricerca senza gli animali si trova a sostenere modelli economici più efficienti ma anche più costosi quindi avrebbe ancora di più bisogno di essere sostenuto.

Laganà sostiene che università come il Politecnico di Milano, il Caldarelli di Napoli e quelle di Pavia, Pisa e Genova hanno validi progetti che impiegano le cellule staminali al posto degli animali ma non hannoi mezzi umani né quelli finanziari per andare avanti adeguatamente.

L’Università di Bologna, proprio grazie al sostegno di una associazione per i diritti degli animali come la LAV, ha potuto assumere scienziati eccellenti e coinvolgerli in un progetto su dei biosensori cellulari bioluminescenti tridimensionali che si sono rivelati dei modelli altamente predittivi.

Gli scienziati che non sostengono la validità attuale della sperimentazione sugli animali sono molti, continua il post. Un esempio è il professor Thomas Hartung dell’ Università di Baltimora che reputa imparagonabili gli esseri umani con i ratti e sostiene anche che i test sugli animali hanno rallentato il progresso medico.

Riccardo Laganà ha fatto come esempio anche il progetto Lightup di cui avevamo parlato nell’articolo Esperimenti sui macachi all’università di Torino: dura polemica della Lav. Sugli animali saranno procurate delle lesioni alla corteccia visiva per poter poi verificare se è possibile un recupero.

Secondo il professor Fedi, primario di anatomia patologica, questo esperimento quello che verrà verificato sui macachi non sarà poi applicabile sull’essere umano, ottenendo come risultato soltanto una sofferenza inutile per questi animali.

Potrebbero interessarti anche >>>

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI