Home News Dall’abbandono in un cassonetto all’adozione: la storia di Spillo

Dall’abbandono in un cassonetto all’adozione: la storia di Spillo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:25
CONDIVIDI

Spillo è un cane anziano di 14 anni che è stato gettato nel cassonetto dell’immondizia, legato in una busta. 

Dall'abbandono in un cassonetto all'adozione: la storia di Spillo (foto Facebook)
Dall’abbandono in un cassonetto all’adozione: la storia di Spillo (foto Facebook)

L’abbandono di animali è un argomento a tutti noi molto caro. Ogni giorno, in ogni Paese del globo terrestre vengono maltrattati e abbandonati tantissime specie di animali.

Le specie più vittime, rispetto alle altre, sono i nostri amici a quattro zampe: cani e gatti. Sia i cani che i gatti ogni giorno riescono a trasmetterci tante emozioni positive. Attraverso il loro modo così naturale di amare il proprio proprietario in mondo incondizionato, ci porta ad adorarli sempre più.

Purtroppo non tutti la pensano come noi. Sono tanti gli uomini che per un motivo o per un altro decidono di disfarsi del migliore amico di sempre abbandonandolo come se fosse un oggetto, certe volte anche come se fosse un rifiuto.

Da quest’ultimo punto inizia la nostra storia. Un cane molto affettuoso è stato gettato in mezzo ai rifiuti dal suo proprietario. La forma più ignobile dell’abbandono che ci fa riflettere su un punto. Davvero l’uomo è migliore dell’animale?

Senza perdere altro tempo passeremo alla narrazione di questa straordinaria storia che ha commosso l’intero mondo del web. Se volete conoscere i dettagli della vicenda non dovete fare altro che scorrere nella lettura e passare al paragrafo successivo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Il gatto Kito, troppo fastidioso: il complesso residenziale lo caccia

Dall’abbandono in un cassonetto all’adozione: la storia di Spillo

Dall'abbandono in un cassonetto all'adozione: la storia di Spillo (foto Facebook)
Dall’abbandono in un cassonetto all’adozione: la storia di Spillo (foto Facebook)

Siamo a San Basilio, un quartiere di Roma. Qui un uomo qualche giorno fa si è reso protagonista di un’azione alquanto malvagia. Il signore in questione ha abbandonato il suo cane anziano tra la spazzatura legandolo all’interno di una busta.

Dopo aver portato a termine l’abbandono, l’uomo è fuggito. La Provvidenza, avendo a cuore tutti gli esseri umani, animali compresi, ha inviato in soccorso del nostro amico un angelo senza ali.

Un buon uomo, passando di lì ha udito dei lamenti provenire dal cassonetto dell’immondizia. Incuriosito si avvicina e trova il nostro amico a quattro zampe che lottava tra la vita e la morte tra i rifiuti.

L’uomo così ha immediatamente chiesto l’intervento dei volontari della Lega del cane, sezione Ostia. I soccorritori hanno tratto subito in salvo il cane meticcio che, come ci racconta Emanuela, una dei volontari dell’Associazione, “al momento del salvataggio il cane era smagrito, quasi scheletrico”.

Oggi però Spillo, questo il nome del nostro protagonista, è felice e ieri è stato adottato da una famiglia di Fiumicino così composta: mamma, papà, due figlie, altri due cani, Pinin e Bella, e un micio bianco di nome Mirto.

Spillo all’età di 14 anni ha ancora tanto affetto da offrire e in questa nuova famiglia avrà nuovi fratelli e amici che gli terranno sempre compagnia.