Home News Storie di gatti: senzatetto muore, i vicini adottano i suoi 30 mici

Storie di gatti: senzatetto muore, i vicini adottano i suoi 30 mici

CONDIVIDI
Storie di gatti
Storie di gatti, la vicenda di un senzatetto e dei suoi tanti felini

Fra le tante storie di gatti delle quali siamo venuti a conoscenza dal web, spunta la storia di Antonio. Si tratta di un senzatetto che viveva in una stradina della grande Chicago, negli Stati Uniti. E con lui c’erano più di 30 gatti randagi che erano diventati i suoi inseparabili compagni di vita. Antonio non faceva mancare loro niente. Anche se era favorito dallo sviluppatissimo istinto di sopravvivenza di questi animali, che sono autonomi e capaci di badare a loro stessi anche nelle condizioni più difficili. Ma tutti loro erano affezionati a quest’uomo, che aveva messo il loro benessere sopra ad ogni cosa.

Per quasi dieci anni il senzatetto ed i suoi tanti felini hanno vissuto insieme. Ed Antonio aveva suscitato anche la simpatia dei vicini di casa, che abitavano in dimore più dignitose della sua. Ne apprezzavano la gentilezza ed anche l’utilità dei gatti, che tenevano pulite le strade antistanti dai topi. Purtroppo però nello scorso gennaio il freddo intenso ha ucciso questa persona generosa. Antonio è stato trovato senza vita a 65 anni a causa dell’ipotermia. Allora, per omaggiarne la memoria, i residenti del posto hanno scelto di adottare in blocco tutti quei gatti affamati e spaventati.

Storie di gatti, il senzatetto che si prendeva cura di 30 mici muore: succede una cosa impensabile

Storie di gatti – In particolare quattro donne hanno deciso di provvedere ai loro bisogni. E hanno fatto si che sorgessero delle cuccette ben riparate, grazie all’utilizzo di materiali come tappetini da yoga e simili. Inoltre, almeno due o tre volte al giorno le donne vanno a trovare i gatti per portare loro da mangiare. Tutte loro conoscevano Antonio e ne apprezzavano la generosità. Non ha mai messo da parte niente per se, ma ha sempre impiegato ogni bene di valore in suo possesso per tutti quegli animali. Gli animaletti sono stati tutti sottoposti a visita veterinaria e sterilizzati. In tal modo il posto dove si trovano è da considerare a tutti gli effetti una colonia. Questo permetterà loro di essere ulteriormente protetti da chi potrebbe fare del male. L’amministrazione comunale di Chicago deve fare i conti con migliaia di gatti randagi. E purtroppo la scelta di sopprimerne alcuni rappresenta la soluzione più sbrigativa. Le donne hanno anche aperto una pagina di raccolta fondi ed ottenuto in breve tempo quasi diecimila dollari, dopo aver raccontato la storia di Antonio.