Home News Tartaruga Azzannatrice pericolosa in libertà a Lodi: un altro caso dopo quello...

Tartaruga Azzannatrice pericolosa in libertà a Lodi: un altro caso dopo quello di Pomigliano

CONDIVIDI
Tartaruga Azzannatrice
Un’altra Tartaruga Azzannatrice rinvenuta dove non avrebbe dovuto trovarsi. È molto pericolosa

Un’altra Tartaruga Azzannatrice è stata trovata mentre vagava in libertà: è il secondo caso in poche ore, si tratta di un animale molto pericoloso.

Il caso della Tartaruga Azzannatrice trovato nel comune della provincia di Napoli di Pomigliano d’Arco non rappresenta un caso isolato. Curiosamente, per una strana coincidenza, un altro rettile appartenente alla stessa specie è stato rinvenuto in una zona d’Italia. Stavolta c’è bisogno di spostarci decisamente più a nord, e per la precisione nei pressi di Lodi. Qui, nel territorio del comune lombardo, un altro rettilone è venuto alla luce mentre si trovava del tutto incustodito in una zona pubblica. La Tartaruga Azzannatrice è una specie molto pericolosa, che non esita a manifestare tutta la propria aggressività anche nei confronti dell’uomo. Come già ricordato nel precedente articolo, il suo morso è talmente possente da riuscire a staccare le dita di una mano di una persona adulta.

Tartaruga Azzannatrice in libertà, dopo Pomigliano è accaduto anche in provincia di Lodi

In questo caso, l’animale in questione è stato rinvenuto da alcuni operai che stavano svolgendo dei lavori idraulici nel territorio inglobato nella municipalità di Castiglione d’Adda. Si tratta di un esemplare bello grosso, di circa 8 chili e mezzo di peso per 35 centimetri di lunghezza. Un animale di grandi dimensioni, la cui detenzione in casa è assolutamente vietata dalla legge, proprio per la pericolosità che la caratterizza. Le sua condizioni di salute sono buone, come accertate da una successiva visita veterinaria. A recuperarla sono stati i Carabinieri Forestali appartenenti alla tutela di Ambiente ed Animali selvatici.

Anche in questo caso, così come in quello  relativo alla Tartaruga Azzannatrice rinvenuta nel Napoletano, con quasi assoluta certezza tutto è da attribuire all’azione irresponsabile di qualcuno. Evidentemente il vecchio proprietario si era stancato di tenere l’animale esotico con se e ha scelto di sbarazzarsene. Ovviamente nel modo più veloce che ci fosse, e senza il rischio di dover eventualmente sborsare dei soldi. Qualora qualcuno venisse scoperto con un esemplare in casa andrebbe incontro ad una multa salatissima, come prescritto dalla legge.

A.P.