Home News Torino, la moda degli animali esotici in casa è un danno per...

Torino, la moda degli animali esotici in casa è un danno per tutti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:33
CONDIVIDI

Una vera e propria moda quella di alcuni abitanti di Torino: mettere in casa degli animali esotici non adatti al clima. I danni arrivano per tutti.

torino animali esotici
Serpente del grano (Getty Images)

Ormai sappiamo quante persone amano farsi affiancare da cani e gatti nel corso della propria vita. Animali a quattro zampe che sono entrati, a tutti gli effetti, nella routine di tantissimi italiani. Differente, però, è mettersi in casa un animale esotico come: pitoni, cobra e altri serpenti. Iguana, gechi, camaleonti e piccoli caimani. Scimmie e lemuri. Insomma, chi più ne ha più ne metta… nemmeno per sogno!

Terribile la moda che sta impazzando in quel di Torino, ove molti abitanti, sempre più spesso, riempiono le proprie case con alcune specie sopra citate. Un danno per loro e per gli altri cittadini che non vivono “giorni e sogni” tranquilli. Anche se molti di loro sono innocui e non farebbero del male a nessuno, ciò non vuol dire che siano adatti a vivere nelle case di una città del Nord Italia. Una moda che sta facendo discutere e che alza, ogni giorno, grosse polemiche.

Ti potrebbe interessare anche: Beirut, i volontari di Animals Lebanon in strada come soccorritori

Animali esotici nelle case di Torino: abitanti preoccupati per l’avanzare di questa “moda”

Il serpente a cerchio (Foto Facebook)
Il serpente a cerchio (Foto Facebook)

Chiamarla moda è già un’offesa. Moda e animali non vanno assolutamente d’accordo. La moda si crea, stagione per stagione: e già qui potremmo discuterne abbastanza. Ma gli animali necessitano di un habitat proprio, nel quale poter crescere e poi vivere una vita tranquilla.

Quella di Torino, oltre che una moda, sta diventando anche un business a sei zeri. Insomma, dentro al calderone c’è di tutto. Ad avvertire della gravità della situazione il Centro Animali Non Convenzionali, dopo le tantissime segnalazioni ricevute da parte dei cittadini del capoluogo piemontese.

L’ultimo avvistamento è avvenuto in Strada Del Nobile. Si tratta di un serpente, esotico. Conosciuto come il serpente del grano, un esemplare di colore giallo e rosso. Innocuo per l’uomo: l’animale in questione non è velenoso, ma è pur sempre fuori il suo habitat naturale e non dovrebbe aggirarsi assolutamente dalle parti della città.

Ti potrebbe interessare anche: Sulmona, arriva l’orso in città: forse attirato dall’odore dei confetti

L’invito che si cerca di fare alle persone che comprano questi esemplari è quello di spendere meglio i soldi. Può sembrare una frase dura, e in effetti lo è a tutto tondo. Sono animali che necessitano di un ambiente particolare, una cura attenta alle loro esigenze. Poi, siamo sempre alle solite: dato che piace tanto la moda… che razza di moda è abbandonare questi esemplari soltanto perché crescono e “incutono paura” o perché ci sono le “mega vacanze” da fare?

Responsabilità: è quella che ci vuole in questi casi. Se nessuno la insegna è giusto che altri si prendano la briga di scriverlo. Lasciamo vivere determinati animali nei loro habitat naturali e ne gioverà l’intera pianeta.

Davide Garritano