Home News Angeli dei 4 Zampe Trafficante investe attivisti che tentavano di bloccare un camion con cani destinati...

Trafficante investe attivisti che tentavano di bloccare un camion con cani destinati alla macellazione

CONDIVIDI
@Guardians of Chinese Animal Protection
@Guardians of Chinese Animal Protection

E’ stato un inseguimento degno di un film di azione quello che, lo scorso 19 novembre, hanno messo in opera alcuni attivisti intervenuti per bloccare un camion che trasportava illegalmente dei cani destinati alla macellazione in Cina. L’organizzazione Guardians of Chinese Animal Protection ha riferito che l’autista non si è fermato e ha travolto il mezzo dei giovani volontari che hanno riportato diverse ferite. Sul posto è giunta la polizia che ha provveduto ad effettuare i dovuti accertamenti, mentre i volontari hanno lanciato l’allarme chiedendo a tutti i cittadini animalisti nei pressi della zona interessata, Bazhou, nella provincia di Hebei, in prossimità della nota località di Tiajin, di raggiungere il posto per aiutare i cani.

L’organizzazione ha successivamente fornito degli aggiornamenti, corredati da fotografie e video dei poveri cani, stipati all’interno del mezzo che è stato poi trasferito presso il deposito giudiziario con all’interno gli animali. I volontari hanno seguito il camion denunciando che la polizia non ha permesso agli attivisti di dare dell’acqua o del cibo ai cani, molti dei quali in condizioni pietose, di diverse razze, anziani e molti cuccioli.

Dopo due giorni, la polizia avrebbe lasciato il permesso di ripartire al mezzo anche senza la documentazione richiesta di provenienza dei cani. Ecco perché gli attivisti hanno bloccato l’uscita chiedendo ai media di diramare l’informazione, denunciando quanto sta accadendo. Fino a questa mattina i cani erano all’interno del camion e secondo le indiscrezioni, molti sarebbero morti: “Ci sono due grandi media cinesi che hanno segnalato questo salvataggio. Speriamo che sempre più gente si preoccupi di questa vicenda in modo che siano denunciati quel trafficante di cani e i funzionari per omissione di atti d’ufficio”, ha commentato la Guardians of Chinese Animal Protection annunciando il presidio ad oltranza dei volontari, anche di notte, sotto la neve a -5°.

Questa mattina, l’organizzazione ha annunciato che la polizia ha consentito a tre volontari di entrare nel deposito e di provvedere a far scendere i cani, per fornire loro acqua e cibo. In tutto si parla di circa 300 esemplari. Le operazioni sono ancora in corso.

VIDEO TAMPONAMENTO

VIDEO DEI CANI TRASPORTATI

INIZIO SCARICO..