Home News Traffico illecito, 12 cani sequestrati: erano cuccioli di Dobermann – FOTO

Traffico illecito, 12 cani sequestrati: erano cuccioli di Dobermann – FOTO

CONDIVIDI
cani sequestrati
I cani sequestrati – FOTO: http://www.guardiezoofile.info

Un traffico illecito di cuccioli di Dobermann è stato scoperto a Verona da Guardia di Finanza e Guardie Zoofile. Cani sequestrati, erano tenuti in condizioni pietose.

Ben dodici cani sequestrati dopo essere stati individuati e salvati dalle Guardie Zoofile in servizio a Verona. Gli animali facevano parte di un carico inviato illegalmente dalla Bulgaria e che aveva come una delle sue tappe proprio la città scaligera. I poveri quattrozampe, tutti di razza Dobermann, erano soltanto cuccioli o poco più. Si trovavano completamente rinchiusi al buio, ammassati gli uni sopra agli altri in degli spazi strettissimi. E come se non bastasse, a rendere più dolorosa la loro condizione c’era anche il fatto di dover stare del tutto immersi nelle loro deiezioni. Hanno viaggiato così, in questa condizione misera, dall’Est dell’Europa all’Italia. Senza né acqua né cibo né aria, e diretti chissà dove. I cani sequestrati, tutti compresi di età fra i tre ed i quattro mesi, sono stati individuati grazie all’interessamento della Guardia di Finanza di Verona, insospettita da un veicolo ritenuto sospetto.

Cani sequestrati, tanti i precedenti

E così, dal controllo susseguente, si è giunti alla scoperta del traffico illecito dei cuccioli. Subito sono stati allertate le Guardie Zoofile dell’Oipa di Verona ed anche i veterinari dell’Ulss. Ai cagnolini erano state tagliate anche code ed orecchie. Per le due persone a borde del mezzo, un furgone, è scattato un provvedimento di denuncia per maltrattamento di animali ed altri capi di imputazione. I piccolini sono stati sottoposti a sequestro e trasferiti in una struttura idonea del Comune di Verona. Ci si è già attivati per far si che i cagnolini sequestrati possano essere successivamente adottati, una volta che tutte le necessarie visite veterinarie per accertarne lo stato di salute verranno ultimate.

Questo fenomeno del traffico illegale di cuccioli purtroppo continua a rappresentare una piaga che si verifica anche con una certa frequenza. Si tratta di una attività illecita capace di generare un flusso di denaro sporco non indifferente. E se tutto questo avviene è perché purtroppo la domanda di cuccioli sul mercato nero è alta. A farne le spese sono proprio questi animaletti, sottoposti poi anche alla mutilazione degli arti. La stessa cosa era stata riscontrata poche settimane fa addirittura all’interno di un allevamento canino in Umbria. Tantissime sono state le irregolarità e gli episodi di maltrattamenti ai danni dei poveri ospiti in quella circostanza.

A.P.