Home News Trascina il suo cucciolo sull’asfalto: passanti sconcertati – VIDEO

Trascina il suo cucciolo sull’asfalto: passanti sconcertati – VIDEO

CONDIVIDI
(screenshot video)

Un proprietario crudele di un cane ha trascinato il suo cucciolo lungo il marciapiede quando era troppo stanco di camminare. Robert Loombe, 46 anni, è stato ripreso mentre compie il gesto nei confronti del suo Staffordshire bull terrier di appena cinque settimane. Il cane viene trascinato e ha lo stomaco che tocca l’asfalto. La testimone oculare Jade Barker, 23 anni, era così sconvolta che lo ha ripreso mentre camminava con i suoi due altri cani a Gorleston vicino Great Yarmouth, Norfolk. Ha sostenuto che Robert Loombe ha reagito con rabbia quando si è reso conto di essere ripreso.

La giovane donna ha consegnato quelle immagini alla polizia, che ha aperto un’inchiesta e ha identificato l’autore del gesto, trovato nel suo appartamento. L’uomo è stato denunciato per crudeltà nei confronti degli animali. Robert Loombe ha ammesso le proprie responsabilità ed è stato multato di 300 sterline, inoltre dovrà risarcire le spese processuali e quelle nei confronti del cane. Il cucciolo gli è stato tolto per ordine del giudice. Inoltre, l’uomo è stato accusato per la reazione avuta nei confronti dei passanti e per il possesso di cannabis.

Jade Barker, la giovane che ha effettuato le riprese, è incinta e al momento del fatto si stava recando a una visita ginecologica. Ha raccontato: “Doveva averlo trascinato per più di 60 metri. Era la cosa più crudele che avessi mai visto. Il cucciolo stava tremando ed era ovviamente molto afflitto. Avresti dovuto vedere che non gli piaceva e stava male”.

Insieme alla giovane erano presenti sulla scena altri cinque testimoni, che hanno accusato Robert Loombe. “Si è reso conto che faceva qualcosa di sbagliato e per questo urlava contro i passanti”, ha aggiunto la 23enne. L’episodio ha suscitato talmente tanta indignazione che su Facebook è stata aperta una petizione per chiedere che oltre al cucciolo fossero tolti al 46enne anche gli altri due cani. Oltre mille persone hanno aderito all’appello social. L’uomo ha reagito ai commenti indignati scrivendo: “Accetto di essere o quasi la persona più odiata a Norfolk e il mio comportamento è niente di meno che terribile. Capisco tutto questo e ho fatto un c…o di enorme errore che ho pagato!!”.

GUARDA VIDEO

Tristi episodi recenti

Sono episodi purtroppo tristemente ricorrenti. Thomas Miller è stato condannato a 18 settimane di carcere dopo essere stato filmato mentre picchia un cucciolo indifeso per cercare di farlo stare tranquillo. L’uomo ha colpito il suo cane, Gizmo, nel suo giardino gridando: “Perché mi stai guardando?”. Il povero animale si è schiantato contro il muro nel giardino di Mexborough, South Yorkshire.

Sempre di recente vi abbiano parlato di altri due casi di maltrattamenti di animali avvenuti nel Regno Unito: sono infatti emersi spaventosi filmati che mostrano un cucciolo fatto roteare dopo essere stato stretto crudelmente intorno al collo da una ragazzina che pare abbia intorno ai 14 anni e poi fatto girare. Si ritiene che il video sia stato filmato nella zona di Bovey Tracey di Devon, anche se è stato rimosso dai social media, a causa delle tantissime critiche emerse.

Terribile anche la vicenda di una cagnolina gravemente malata che è stata scaricata su un mucchio di rifiuti e lasciata lì a morire. Le immagini sono state diffuse nelle scorse ore e sono sconcertanti. Il cane, di razza saluki e colore marrone e bianco, che è stato chiamato Penny, è stato salvato solo per caso quando una macchina di passaggio ha avuto un piccolo guasto e si è fermata nelle vicinanze.

In Italia il maltrattamento di animali è un reato previsto dall‘art. 544-ter del codice penale, punito con la reclusione da 3 mesi a 18 mesi o con la multa da 5 000 euro a 30 000 euro e che aumenta della metà se l’animale poi muore.

GM