Home News Tre cuccioli di pit bull ridotti a scheletro

Tre cuccioli di pit bull ridotti a scheletro

CONDIVIDI

pit2

Sono stati trovati a Washington, nell’abitazione di una donna, di nome Brenda Bullock, arrestata per crudeltà verso gli animali al termine di un’indagine condotta dalle associazioni Washington Humane Society e Washington Animal Rescue League Humane Law Enforcement (HLE).

Nell’abitazione della donna sono stati trovati tre cuccioli di Pit bull di circa 3 mesi, vittime di crudeltà e sopravvissuti per miracolo a ripetuti maltrattamenti. I tre cucciolo, chiamati  Chase, Haagen DazsKlondike erano in pessime condizioni con infezioni cutanee, provocate da infestazioni parassitarie, denutriti e disidratati.

Uno di loro, la femmina Chase presentava maggiori complicazioni per cui è stata sottoposta non solo ad un trattamento per l’infezione cutanea per cui aveva perso tutto il pelo, ma anche ad una trasfusione di sangue. Chase era la più debole dei cuccioli e non riusciva a camminare da sola. Quando è stata trovata era in ipotermia e i valori del sangue hanno rivelato una forte anemia, ipoglicemia e una bassa quantità di proteine.

Due cuccioli sono già stati adottati, mentre per Chase, il percorso è ancora lungo, anche se i veterinari sono ottimisti per il suo recupero. Fino ad oggi, sottolinea lo staff dell’associazione sono stati spesi ben 9mila dollari per i trattamenti e le cure di questi adorabili pelosi.