Home News Trento, meticcio uccide cagnetta ed assale passeggino

Trento, meticcio uccide cagnetta ed assale passeggino

CONDIVIDI

cane-aggressivo

A Trento un cane meticcio di 11 anni di età è stato posto sotto sequestro ed affidato in custodia al canile del capoluogo trentino dopo che era sfuggito al controllo del proprio padrone, azzannando ed uccidendo successivamente la cagnetta di alcuni malcapitati passanti ed assalendo il passeggino da loro condotto con dentro una bambina di pochi mesi. L’accaduto ha avuto luogo lo scorso 16 luglio e ha posto sotto shock un’intera famiglia milanese in vacanza: tra le conseguenze c’è da registrare anche il grosso spavento in cui è incappata una bambina di 4 anni. Adesso il meticcio, di taglia medio-grande e che in passato pare abbia già ucciso altri due cani, è stato tolto al suo proprietario e trasportato nella locale struttura apposita, mentre il pm Carmine Russo aveva portato avanti una inchiesta per lesioni colpose. Il padrone dell’aggressivo cane però non aveva intenzione di starsene a guardare, dando mandato ad un legale di fornirgli assistenza per riottenere l’animale. L’avvocato ha fatto leva su un presunto percorso riabilitativo cui il quattro zampe era sottoposto per curarne l’aggressività e che stava registrando ottimi progressi, il ricorso però è stato rigettato ed all’uomo non restano che due soluzioni: o rivolgersi alla Cassazione oppure procedere ad un lauto risarcimento alle vittime dell’incidente sperando che la querela presentata venga ritirata.