Home News Trooper, il gatto che cade trenta volte al giorno ed è felice...

Trooper, il gatto che cade trenta volte al giorno ed è felice lo stesso

CONDIVIDI
@Instagram

Trooper è un gatto che ha una storia comune a molti altri suoi simili, ma che presenta poi una condizione unica nel suo genere. Questo bel micio era stato abbandonato alla nascita dalla sua mamma, una cosa che avviene con maggiore frequenza di quanto si possa pensare. E sin da quando era piccino, Trooper soffriva di una grave patologia neurogica debilitante chiamata ‘ipoplasia cerebellare felina‘. Di questa condizione vi avevamo già parlato diffusamente tempo addietro, specificando come in realtà non si trattasse di una malattia ma per l’appunto di una particolare situazione a livello neurologico. E questa cosa può manifestarsi anche in altri animali, come i cani. A causa di ciò, Trooper perde spesso l’equilibrio quando si trova a doversi spostare. Si stima che la cosa accada all’incirca 30 volte al giorno. Il gatto in questione è letteralmente traballante e sghembo sulle sue zampette, eppure tutto questo non contribuisce affatto ad abbatterne l’umore e la sua grande voglia di vivere.

Trooper è stato adottato al ‘Victoria Humane Society’ da Charla Stromkins: l’associazione è di stanza in Canada, nello stato della Columbia Britannica. E la donna ha scelto Trooper proprio perché ha ritenuto che fosse speciale: “Non avrei potuto fare una scelta migliore di questa” dice. Con la sua innata goffaggine, questo gatto riesce sempre a mettere di buonumore Charla e non solo. L’animaletto colpisce perché nonostante tutto è determinato nello sforzarsi a camminare per bene, e non ha subito alcun contraccolpo dall’abbandono della madre. Charla gli fa fare spesso degli esercizi specifici: è stato così negli ultimi due anni, da quando Trooper è arrivato nel centro di accoglienza per animai, ed è così anche da quattro mesi a questa parte, ovvero da quando il micio è andato a vivere con la donna.

Trooper, il gattino che non riesce a correre ma che è felice lo stesso

Il fatto di non poter proprio riuscire a compiere azioni frenetiche come la corsa impedisce a Trooper di giocare con i suoi fratellini adottivi che pure ha trovato a casa di Charla: si tratta di Digger e Sampson. Ma nonostante tutto, secondo la nostra amica “Trooper è il gatto più felice che abbia mai visto”. E pensare che altri gattini che nascono con la ipoplasia vengono sottoposti ad eutanasia, per evitare loro delle sofferenze. Non è stato così per Trooper, per fortuna, per il quale Charla si è anche attrezzata a dovere costruendogli una rampa per salire sul letto e ha disseminato casa sua di tappeti, oltre a ridurre a zero la presenza di spigoli ed ostacoli. Trooper ha imparato ad appoggiarsi ai muri per camminare, facendosi sponda su di essi. Cade di continuo, inoltre trema particolarmente quando è sovraeccitato, ma riesce tutto sommato a comportarsi come qualunque altro gatto.

A.P.