Home News Trovato in overdose di eroina all’interno di un furgone

Trovato in overdose di eroina all’interno di un furgone

CONDIVIDI

Si tratta del destino: fatti con non accadono casualmente e che cambiano il corso di una storia. Quella che poteva trasformarsi in un piccola tragedia, di un cagnolino, un cucciolo meticcio, simil chihuahua, in overdose, salvato da degli agenti della polizia di Carrollton, in Texas.

Secondo la ricostruzione dei fatti, inizio febbraio, una pattuglia della polizia era giunta presso un’abitazione dopo la segnalazione di un furto, quando ad un tratto, lungo la strada un agente ha sentito i lamenti di un cane, provenire da un furgone parcheggiato nei pressi del luogo d’intervento. Gli agenti hanno deciso d’intervenire e una volta aperto il mezzo hanno trovato il cucciolo in piena overdose, circondato da sacchi di eroina, sostanza che aveva ingerito il povero animale.

“Non eravamo sicuri di cosa gli stesse succedendo. Ma il vano dove si trovava era cosparso di droga e lo abbiamo portato subito da un veterinario”, ha dichiarato il portavoce della polizia.

Il cane fu subito trasferito presso la North Texas Emergency Pet Clinic, dove i veterinari accertarono la gravità della situazione, evidenziando che il povero animale era “fin di vita per overdose da oppiacei”. Il cagnolino era in uno stato letargico e respirava a malapena.

A distanza di una settimana, il Dipartimento della polizia di Carrollton ha pubblicato un post, il 21 febbraio, con il quale ha raccontato la storia del piccolo cagnolino, annunciando che fortunatamente, era riuscito a sopravvivere all’overdose e dichiarando di aver arrestato la banda di spacciatori al quale apparteneva il proprietario del cane el frattempo sono stati rintracciati anche i proprietari del furgone, “arrestati per possesso di eroina e spaccio, a cui si aggiungeranno le accuse per maltrattamento sugli animali”: “Ringraziamo il Dr. Stacie Fowler e il personale della North Texas Pet Clinic per aver salvato questo piccolo membro onorario K9”, scrive il dipartimento, auspicando che presto il cagnolino possa trovare una nuova famiglia.

 

IL POST DELLA POLIZIA LOCALE

IL SERVIZIO SUI MEDIA AMERICANI