Home News Ubriaca, la polizia le sottrae il cane ma lo affida ad una...

Ubriaca, la polizia le sottrae il cane ma lo affida ad una sconosciuta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:37
CONDIVIDI

La polizia sottrae il cane ad una donna in stato di ebrezza, ma lo affida ad una perfetta sconosciuta

polizia affida cane
Cane (Foto Pixabay)

Questo è quello che è accaduto a Sandra Shaw e al suo fido. La donna, di 44 anni, aveva in programma di raggiungere la figlia in Cumbria, lo scorso lunedì.

Così si è messa in viaggio con Angel, il suo cucciolo di due anni, ma avendo bevuto alcolici, è stata fermata dalla polizia che le ha impedito di salire sul treno a Wigan Wallgate.

Sandra è stata arrestata per stato di ebbrezza e disturbo alla quiete. E’ rimasta in custodia per tutta la notte, ma il suo cane non è stato portato con lei.

“C’era una donna lì, mentre venivo arrestata e ha detto agli agenti di conoscermi e di essere mia amica. La polizia le ha affidato il cane” – rammenta.

La donna ha chiesto ripetutamente agli addetti dove fosse il suo cucciolo mentre era in cella, nessuno degli ufficiali sapeva darle una risposta. La mattina seguente Sandra è stata condotta dai magistrati e multata, ma di Angel nessuna notizia.

“Ero a pezzi. Quando sono uscita ho preso un autobus per tornare alla stazione di polizia, ho chiesto agli agenti del cane, mi hanno risposto che non potevano fare nulla fino a quando non avrebbero parlato con gli ufficiali che erano in servizio. ” – ha dichiarato la donna affranta.

Si finge un’amica, la polizia le affida il cane

cane
Cane (Foto Pixabay)

Gli agenti hanno controllato le riprese delle telecamere e hanno identificato la donna che aveva preso il caneSandra non aveva la benché minima idea di chi fosse, ma ha supposto essere una senzatetto. Poco dopo ha scoperto che la misteriosa affidataria aveva venduto Angel per 100 sterline.

Così Sandra e il suo compagno hanno dato inizio alla disperata ricerca del loro fido. Hanno visitato diverse località, parlato con alcuni senzatetto che, cordialmente, si sono offerti di unirsi alle ricerche.

La proprietaria ha dichiarato: “Per cinque giorni ho vissuto nella mia macchina, camminando per le strade, girando tutti i luoghi frequentati dei senzatetto”.

I due proprietari sono stati supportati anche dalla DogLost, un’associazione che cerca cani scomparsi e rapiti. I volontari hanno condiviso avvisi online e hanno stampato e distribuito 100 poster di Angel nel centro città.

La donna ha raccontato: “È stato orribile. È stata probabilmente una delle peggiori esperienze della mia vita. Non riuscivo a dormire. Continuavo ad avere attacchi di panico pensando che poteva essere stata venduta come cane da combattimento o gettata in un canale.”

Finalmente sabato ha ricevuto la notizia che aveva tanto sperato, una donna ha telefonato per dirle che aveva visto un avviso su Angel e che il cane era con lei.

Sandra e Andy si sono immediatamente recati a Ince, per recuperare il loro cucciolo. Hanno ricompensato la donna offrendole 150 sterline, anche per ripagarla dei soldi spesi per acquistare il cane.

La proprietaria si era finalmente ricongiunta con il suo amato cane: “Pensavo che non l’avrei più vista, è stato terribile. È fatta per stare con noi.”

Ora che Angel, un incrocio tra un Lhasa Apso e un maltese, è finalmente a casa, Sandra vuole mettere in risalto l’episodio per evitare che accada di nuovo.

La prassi seguita dalla polizia

cucciolo
Cane (Foto Pixabay)

Infatti in queste situazioni, la prassi della polizia prevede che un cane possa essere sottratto al suo padrone e dato in custodia a terzi, solo quando strettamente necessario.
Inoltre deve essere fatto tutto il possibile per rintracciare un parente, un vicino di casa o un amico a cui poterlo affidare.

A sostegno della proprietaria, la coordinatrice di DogLost, Fiona Monger, ha dichiarato: “È stato un incubo, ma se la polizia avesse seguito le procedure corrette, tutto questo non sarebbe mai accaduto.”

Un portavoce delle forze dell’ordine ha, invece, dichiarato: “Lunedì 1 giugno gli ufficiali sono intervenuti a Wallgate, Wigan. La donna era in possesso di un cane.”

“La signora di 44 anni è stata successivamente arrestata con l’accusa di stato di ebrezza e disordine pubblico; il cane in suo possesso è stato temporaneamente affidato alle cure di una donna che si credeva fosse un’amica.

“Dopo essere stati informati che il cane non era stato restituito alla sua proprietaria, sono state condotte delle indagini per ritrovarlo. Gli agenti hanno mantenuto i contatti con la famiglia del proprietario durante le ricerche.

“Il cane è stato successivamente localizzato dalla padrona. Comprendiamo che sia stato un momento doloroso per i proprietari e siamo lieti che si siano ricongiunti con il loro cucciolo.”

Potrebbe interessarti anche:

M. L.