Home News Uccide il cane della madre gettandolo nel tritarifiuti di un complesso residenziale

Uccide il cane della madre gettandolo nel tritarifiuti di un complesso residenziale

CONDIVIDI

Se non vi fossero state le telecamere di sorveglianza, molto probabilmente non ci sarebbe stato neanche un responsabile come spesso accade nei casi di crudeltà sugli animali. A Nashville negli Stati Uniti si registra un caso di pura follia di cui è stato vittima un piccolo Shih Tzu.

Un giovane uomo non ha avuto scrupoli nel prendere il cane di sua madre, mettendolo in una busta, caricarlo in macchina per poi gettarlo nel tritarifiuti del complesso residenziale in cui viveva. Fortunatamente, le telecamere di sorveglianza hanno immortalato tutta la scena e secondo le indiscrezioni riportate dai media, il ragazzo avrebbe premuto il pulsante del compattatore per ben quattro volte, per accertarsi che il cane fosse ben triturato vivo. Dopodiché sarebbe risalito nella sua automobile, tornando alla sua vita di tutti i giorni, come se niente fosse.

Ma il povero animale non era morto e un residente avvicinandosi al compattatore sentì il cane lamentarsi. A quel punto, il testimone ha subito chiamato la polizia e i vigili del fuoco, intervenuti sul posto per accertare i fatti e recuperare il cagnolino. Purtroppo, nonostante il ricovero, il cane è deceduto dopo quattro giorni nella clinica veterinaria.

Tramite le telecamere di sorveglianza, dopo un’indagine durata un mese, la polizia è risalita al colpevole, scoprendo che Terrence Clark se l’era presa con il cane della madre. Il giovane uomo di 27 anni è stato arrestato e denunciato per crudeltà verso gli animali aggravata, in quanto ha attivato diverse volte il compattatore, infierendo sul corpo del cane ancora vivo, condannandolo a patire atroci sofferenze. Clark al momento resta in prigione in quanto dovrà pagare una cauzione di 65mila dollari per uscire e affrontare il processo.

Un caso orrendo che ricordala scena agghiacciante di un randagio ferito, recuperato dai netturbini che lo hanno lanciato ancora vivo nel camion compattatore e ripulire la strada in quel modo, senza prendersi carico di aiutare quel povero animale. Individui senza scrupoli che ci portano ad interrogarsi sulla natura dell’uomo che può arrivare a compiere dei gesti così atroci, nell’indifferenza più totale. Dov’è finita la loro coscienza?