Home News Ucciso primo lupo avvistato in Belgio: anche i cuccioli sono scomparsi

Ucciso primo lupo avvistato in Belgio: anche i cuccioli sono scomparsi

Ucciso dai cacciatori il primo lupo avvistato in Belgio dopo 100 anni.

Da oltre cento anni non si erano avvistati i lupi nel Belgio. Poi, è arrivata lei, una bellissima lupa di nome Naya, il primo lupo avvistato in Belgio, passato attraverso la Germania. L’avvistamento di Naya è stato un evento straordinario perché la specie, considerata vulnerabile, tornava ad essere presente in quasi tutti gli Stati Europei.

Naya era stata raggiunta da un maschio, chiamato August, con il quale ha avuto dei cuccioli. L’esemplare maschio era stato avvistato grazie alle telecamere notturne, mentre portava del cibo alla femmina e ai cuccioli. Purtroppo, dopo il mese di maggio, August ha iniziato a comportarsi in modo strano, come se fosse rimasto solo.

I due lupi erano monitorati attraverso un radiocollare disposto all’età di sei mesi, dalla Technical University of Dresden.Né le telecamere, né i dispositivi di localizzazione hanno più dato segnali di Naya e dei suoi cuccioli.

Questo ha portato i ricercatori a pensare che molto probabilmente la lupa sia stata uccisa da dei cacciatori.Una vergogna per il WWF. Sul caso sono state avviate delle indagini da parte dell’Agenzia per la fauna e l’ambiente delle Fiandre. Viene esclusa l’ipotesi di avvelenamento. I due lupi erano in un’area inaccessibile dove nessuno li avrebbe potuto individuare. Pertanto, secondo gli ispettori, si tratta di un’azione mirata e organizzata da professionisti. Nonostante le ricerche, non è stata trovata nessuna traccia di Naya né dei suoi cuccioli di 4 mesi.

“La popolazione dei lupi si sta stabilizzando e si contano circa 12mila lupi in tutta Europa”, ha ricordato il WWF, esprimendo rammarico per Naya.

“Naya era il primo esemplare ad avere stabilito il proprio territorio in Belgio, dopo 100 anni”, ha aggiunto l’organizzazione internazionale, chiedendo al governo delle Fiandre maggiori tutele e misure di protezione per la specie.

Dal 1979, il lupo è una specie protetta in Europa. L’uccisione di Naya per il WWF è una vergogna.

Il piano Lupi, conclude WWF, deve individuare una strategia per preservare la specie, ma anche gli allevatori, per i quali prevedere dei finanziamenti per proteggere il bestiame oppure per rimborsarli in caso di danni. Infine, il dialogo tra allevatori, ambientalisti e cacciatori è fondamentale per proteggere la specie.

Ti potrebbe interessare–> Trentino: la giunta provinciale ci riprova all’abbattimento lupi e orsi

C.D.

Amoreaquattrozampeè stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI